Pallanuoto, la lezione di sportività dell’Italia ad Ungheria ed Olanda: si gioca per vincere, senza calcoli

L’Italia ha dato una sonora lezione di sportività a Ungheria e Olanda nell’ultima giornata della fase a gironi del torno preolimpico di pallanuoto femminile. A Trieste si definivano le classifiche finali dei vari gruppi e gli accoppiamenti in vista delle semifinali di sabato, quando verranno messi in palio gli ultimi due pass per le Olimpiadi di Tokyo. Le varie squadre potevano scendere in acqua e giocare un po’ di strategia per trovarsi dalla parte di tabellone sulla carta preferita. Lo hanno fatto chiaramente Ungheria e Olanda, non lo ha fatto l’Italia che ha dimostrato tutta la sua serietà e ha giocato per vincere, senza fare calcoli. Le ragazze del CT Paolo Zizza hanno rispettato fino all’ultimo l’essenza dello sport.

Vediamo però nel dettaglio quanto è successo. Il pomeriggio è incominciato col confronto tra Ungheria e Grecia. Le magiare erano chiaramente favorite, ma in caso di vittoria avrebbero rischiato di incrociare la temuta Olanda in semifinale: loro volevano a tutti i costi l’Italia e così hanno perso per 8-5. Successivamente l’Olanda ha incrociato la piccola Francia: dovevano vincere con almeno 14 gol di scarto per ottenere il primato girone e affrontare l’Ungheria tra due gioni, ma le orange temevano decisamente di più le magiare e si sono limitate a un successo per 15-6, in modo da incrociare la Grecia in semifinale.

A questo punto l’Italia avrebbe potuto perdere di proposito contro la modestissima Slovacchia per non andare a incrociare l’Ungheria e avere una semifinale sulla carta più abbordabile contro la Grecia, ma le azzurre non fanno questi giochi strani. Nettissima vittoria per 26-4 e sabato bisognerà battere l’Ungheria se si vorrà staccare il pass per la rassegna a cinque cerchi.

Foto LM-LPS/Marco Todaro

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pallanuoto, Preolimpico 2021: tutto facile per il Setterosa. Slovacchia distrutta, arriva il primo posto nel girone

LIVE Italia-Slovacchia 26-4, Preolimpico pallanuoto in DIRETTA: le azzurre non fanno calcoli e dominano, sarà semifinale con l’Ungheria