Pallamano, Mondiali 2021: la Spagna supera la Germania, Ungheria con un piede ai quarti

Prosegue senza sosta la seconda fase dei Mondiali di pallamano 2021, che hanno visto disputarsi quest’oggi sei partite, valide per i gironi I e II del Main Round, che hanno visto alcuni risultati degni di nota, che hanno modellato la classifica. Andiamo dunque ad analizzare nel dettaglio tutti i risultati di giovedì 21 gennaio 2021.

GRUPPO I: il big match di giornata è andato alla Spagna, finalmente convincente, che ha piegato 32-28 la Germania, con l’Ungheria che si è portata in testa alla classifica, sconfiggendo il Brasile per 29-23. Successo prezioso anche per la Polonia, che grazie alle 8 reti di Arkadiusz Moryto ha superato 30-16 l’Uruguay.

GRUPPO II: può continuare a sperare l’Argentina, che a seguito dei 10 centri di Federico Pizarro ha avuto la meglio sul Giappone per 28-24, mentre la Croazia ha portato a casa di due punti contro il Bahrein, per il punteggio di 28-18, trascinata da un Zlatko Horvat da 8 reti. A chiudere il quadro i campioni in carica della Danimarca, che hanno sconfitto 32-23 il Qatar.

I risultati di giornata

GRUPPO I
Ungheria-Brasile 29-23
Spagna-Germania 32-28
Polonia-Uruguay 30-16

GRUPPO II
Croazia-Bahrein 28-18
Argentina-Giappone 28-24
Danimarca-Qatar 32-23

Foto: Shutterstock

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Mondiali pallamano 2021

ultimo aggiornamento: 21-01-2021


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket femminile, Eurolega 2020-2021: Schio domina nei quarti centrali e batte Riga

Ciclismo, Elia Viviani e Diego Ulissi dimessi dall’Ospedale di Ancona: il veronese e il livornese tornano a casa e vogliono correre