Olimpiadi Tokyo 2021, Sebastian Coe: “I Giochi potrebbero essere a porte chiuse, non ci sarà una cancellazione”

La “bomba mediatica” sganciata dal Times alcuni giorni fa, relativamente a una cancellazione dei Giochi Olimpici di Tokyo, ha avuto delle immediate reazioni. Da parte dell’asset governativo nipponico è arrivata una secca smentita, sostenendo che vi sia la determinazione e la volontà di organizzare le Olimpiadi, tenendo conto della situazione complicata a causa del Covid-19. Nello stesso tempo, dal CIO è stato emanato un comunicato nel quale si è detto con forza che quanto riportato dall’autorevole testata britannica fosse assolutamente falso.

Un contesto difficile quello giapponese, con un numero di casi crescente, 11 delle 47 prefetture del Paese in stato di emergenza fino al 7 febbraio e un’opinione pubblica molto preoccupata per gli effetti della pandemia. Ecco che un pensiero è stato espresso dal presidente della IAAF Sebastian Coe che, in un’intervista alla BBC, ha chiarito il suo punto di vista in merito, ritenendo che ci siano possibilità che i Giochi si possano tenere a porte chiuse: “Mi piacerebbe avere gli appassionati, ma se l’unico modo per garantire sicurezza è quello delle porte chiuse, penso che lo si possa accettare“, le parole di Coe che ha aggiunto: “Non credo che la cancellazione delle Olimpiadi sia una cosa realistica“, in merito a quanto detto precedentemente.

Da questo punto di vista, per il n.1 della IAAF si tratta di una sfida che si può vincere: “Ci sono due differenze davvero grandi rispetto al 2020: uno è il vaccino e l’altro aspetto riguarda gli atleti che si stanno allenando, avendo accesso alle aree preposte per la preparazione, e gareggeranno“.

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Biathlon, l’Italia esce da Anterselva con più conferme che dubbi. Bionaz e Carrara si fanno trovare pronti

MotoGP, Lin Jarvis su Valentino Rossi: “E’ essenziale nello sviluppo della Yamaha”