Nuoto, Martina Carraro: “Conquisterò la qualificazione a Tokyo 2021 a marzo, potrei considerare anche i 200 rana”

Eh niente ragazzi mi è appena arrivato l’esito di oggi. Positiva al Covid!! Mi aggiungo alla lunga fila dei contagiati dopo i Campionati Italiani della scorsa settimana. Un po’ ce lo aspettavamo perché ho avuto gli stessi sintomi delle altre ragazze che erano già risultate positive al primo tampone. Però dentro di me ci speravo. Non nego che sono davvero arrabbiata perché sono sempre stata attenta e scrupolosa, ma evidentemente gli intoppi sono stati altri. Ora parte ufficialmente la quarantena con la speranza di stare bene e di rientrare presto in acqua“.

Con queste parole Martina Carraro aveva annunciato su Instagram la sua positività al Covid-19, chiosa sgradita di un anno per tutti noi da dimenticare: “Caro 2020 sei stato un anno talmente schifoso che non ti meriti nemmeno che io stia qui ad impegnarmi per scrivere qualcosa. Grazie a tutti voi che rendete tutte le mie giornate un po’ più speciali. Aspetto questo 2021 così: amore e fede”, le parole di Martina, sempre su Instagram.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Martina Carraro (@martylella)

Tuttavia, prima che il Coronavirus irrompesse così nella vita quotidiana della ligure, qualcosa da evidenziare c’è. Gli Assoluti invernali 2020 di nuoto, portatori di sventura per i casi positivi citati da Carraro, hanno comunque riservato delle buone notizie per l’atleta, pur dovendo fare i conti con Benedetta Pilato (positiva anche lei), letteralmente scatenata nei 50 e nei 100 rana, con due record italiani firmati e la qualificazione olimpica nella doppia vasca.

Martina il pass non l’ha staccato per pochissimo. L’1’06″58 non era affatto distante dall’1’06″4 della qualifica, ma la classe ’93 del Bel Paese si è tolta la soddisfazione di conquistare il titolo dei 200 rana (2’25″74), strizzando l’occhio in futuro a questa distanza: “Ho centrato l’obiettivo nei 200 metri e ho chiuso al meglio questo campionato. Per me sono stati degli ottimi Campionati italiani perché, pur avendo ottenuto due secondi posti nei 50 e nei 100 rana alle spalle di Benedetta (Pilato, ndr), ho siglato dei tempi considerevoli visto il periodo. Io non ho i 15 anni di Benny e vista la mia preparazione va bene così“, le sue parole ai microfoni di OA Sport.

Carraro, quindi, determinata a staccare il pass a Cinque Cerchi negli Assoluti primaverili (27-31 marzo): “Sto lavorando alacremente perché il mio obiettivo è nuotare 1’05” nei 100 rana e quindi automaticamente qualificarmi. Magari non ci riuscirò, però io punto a questo. Possibile interessamento nei 200 rana? Al momento non li sto preparando, perché la mia gara è sempre molto veloce, però se a marzo dovessi ottenere la qualifica allora potrei pensarci“, ha ammesso la ligure.

Un approccio alle gare determinato da parte dell’azzurra, in questa manifestazione, frutto anche della partecipazione all’International Swimming League 2020 a Budapest (Ungheria), dove tra le fila degli Aqua Centurions la nuotatrice ha fatto vedere ottime cose: “La ISL mi è servita come allenamento, gareggiare è fondamentale. Sono stata fortunata ad aver partecipato a quella manifestazione“.

VIDEO INTERVISTA MARTINA CARRARO 

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tour de Ski 2021, Federico Pellegrino subito in testa nelle qualificazioni in Val Müstair! Bene De Fabiani e Graz

F1, la nuova Aston Martin verrà presentata a febbraio