Golf, un super finale regala a Kevin Na il Sony Open 2021 davanti a Kirk e Niemann

L’Hawaii swing del PGA Tour è terminato in maniera elettrizzante con la domenica del Sony Open 2021. Lo statunitense Kevin Na (-21) ha resistito a un folto gruppo di avversari e ha trionfato per un solo colpo, registrando la quinta vittoria della carriera sul circuito. Al Waialae Country Club il 37enne ha così continuato precocemente la sua ottima serie, che lo vede vincitore di un evento in tutte le ultime quattro stagioni, e prosegue anche la sua scalata nel ranking dove da oggi occuperà la 23esima posizione nell’ordine di merito mondiale.

Na, che era sul punto di dare forfait prima della partenza di giovedì a causa di un problema all’anca, era entrato nel round finale due colpi alle spalle del connazionale Brendan Steele, il quale ha però faticato sin dal colpo di partenza e con un opaco -1 di giornata si è classificato in quarta posizione a -19.Le speranze di Na si sono dunque subito accese e il suo 65 nel quarto round, impreziosito da un finale da -4 nelle ultime sei buche quando contava di più, è stato sufficiente per tenere alle spalle l’inglese Chris Kirk e il giovane cileno Joaquin Niemann che hanno terminato a -20, mantenendo di fatto il passo del vincitore con i rispettivi 65 e 66 di giornata.

Il più pericoloso da dietro si è rivelato un altro americano, Webb Simpson, che ha stampato il migliore giro di giornata (64), tentando la rimonta da lontano. Alla fine però non è stato sufficiente e il 35enne del North Carolina è restato a -19 in compagnia di Steele e dell’australiano Marc Leishman. Chiudono la top-10 con lo score di -18 Patton Kizzire (-6), Billy Horschel (-5), l’austriaco Daniel Berger (-4) e il favorito della vigilia, il campione Major Collin Morikawa (-6).

Leaderboard: Na (-21), Chris Kirk (-20), Joaquin Niemann (-20), Webb Simpson (-19), Marc Leishman (-19), Brendan Steele (-19)

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

NBA 2021: i risultati della notte. Clippers e Utah proseguono la striscia positiva, Boston crolla con New York

Pallanuoto femminile, Preolimpico 2021: le convocate dell’Italia ai raggi X. Da scegliere le due riserve