Dominik Paris: “Sul podio a un anno dall’infortunio: indimenticabile. Ho spinto al limite, ho più fiducia”

Dominik Paris ha conquistato un bellissimo terzo posto nella prima discesa libera di Kitzbuehel, prova valida per la Coppa del Mondo 2021 di sci alpino. L’altoatesino è riuscito a salire sul podio al termine di un’eccellente gara disputata sulla mitica Streif, pista simbolo per i velocisti e grande Classica del Circo Bianco (oggi si recuperava l’evento cancellato a Wengen). Il nostro portacolori si è ben destreggiato sulla neve austriaca, soltanto lo svizzero Beat Feuz e l’austriaco Matthias Mayer gli sono stati superiori.

Dominik Paris, che a Kitzbuehel ha già vinto ben quattro volte in carriera, ha palesato la sua soddisfazione ai microfoni della Rai: “Una gioia indimenticabile a un anno esatto dall’infortunio: tornare sul podio su questa pista mi dà tantissime emozioni. Il percorso per arrivarci è stato lungo, sono servite calma, disciplina e pazienza, che io non ho e per questo è stato difficile. Oggi ho provato a spingere al limite e ci sono riuscito abbastanza bene”.

L’azzurro si proietta verso la discesa di domani, sempre a Kitzbuehel: “Ho un po’ di fiducia in più, vediamo per domani: potrebbe essere brutto tempo, io spero di recuperare e di attaccare di nuovo. La neve è molto veloce, su è più liscia e sotto un po’ molle“.

Il nostro portacolori ha commentato anche la caduta dello statunitense Ryan Cochran-Siegle, finito nelle reti (era tra i favoriti della vigilia): “L’ho vista in slow-motion. Sappiamo che è molto difficile lì, è atterato un po’ male, ha perso l’equilibrio ed è andato giù. Era in forma, mi dispiace quando cade qualcuno. Speriamo che non abbia nulla di rotto, ne abbiamo già viste troppe. Ci sono dei passagi molto tosti e difficili, non c’è spazio per sbagliare. Se spingi al limiti sei al rischio ed è il bello di questa pista“.

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rally Monte Carlo 2021: Sebastien Ogier domina ma fora sul più bello e lascia la vetta ad Elfyn Evans

Snowboard, Slopestyle Laax 2021: Niklas Mattsson trionfa tra gli uomini, Jamie Anderson domina tra le donne