Biathlon, le pagelle di oggi: Johannes Bø chirurgico, Lukas Hofer straripante sugli sci ma…

Tempo di bilanci al termine della 10km sprint nella seconda tappa consecutiva di Coppa del Mondo di biathlon 2020-2021 a Oberhof (Germania). La Rennsteig Arena ha emesso la sua sentenza sui due poligoni ed è opportuno effettuare delle valutazioni rispetto a quanto le nevi teutoniche hanno fatto emergere. Di seguito le pagelle:

LE PAGELLE DELLA SPRINT MASCHILE DI OBERHOF II

Johannes Bø 9 – Messa in cassaforte la 50ma vittoria in prove individuali di alto livello, è arrivato il 51° sigillo. Una vittoria che desiderava il 27enne nativo di Stryn, soprattutto per la modalità. Johannes cercava il doppio zero per trovare nuovamente fiducia nel suo tiro e il bersaglio, si può dire senza timore di essere smentiti, è stato centrato. Un 10/10 che rafforza la sua leadership in CdM, manifestando un segnale di forte vitalità e da campione.

Sturla Holm Lægreid 8 – Un classe ’97 che gareggia come un veterano. Ha talento e una grande mentalità il 23enne nativo di Bærum: secondo posto alle spalle del connazionale e sesto podio in carriera in bacheca. Tanta roba per chi non sbaglia praticamente mai ai poligono (attorno al 95% le sue percentuali nelle serie di tiro) e tiene testa al titolato compagno di squadra.

Arnd Peiffer 7.5 – Solido l’atleta di casa che col doppio zero si porta a casa un podio che fa morale, nella specialità con cui vinse l’oro alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang nel 2018.

Lukas Hofer 7 – La valutazione è frutto di una media: 9 sugli sci stretti e 5 al tiro. Sì, perché è un vero peccato per quello che ha fatto vedere l’altoatesino oggi. Il sesto posto a 40″7, con un grande ultimo giro, aumenta i rimpianti per quel podio stagionale che per un motivo o per l’altro è sfuggito a Lukas. Resta, infatti, la macchia di quel doppio errore nella serie in piedi che ha vanificato i progetti ambiziosi di Hofer di questa gara. Per poter rivaleggiare con i norvegesi, soprattutto, non sono ammessi errori e nella mass start l’azzurro ci riproverà.

Dominik Windisch 6.5 – La condizione è in crescendo e il 13° tempo sugli sci lo certifica. Il 22° posto di oggi con due errori (1 nel primo e 1 nel secondo poligono) è lo specchio di uno stato di forma che l’azzurro sta migliorando e questo conforta in vista di quel che sarà sia per il contributo che potrà dare nella staffetta prevista venerdì, ma anche nelle prove individuali, come ad esempio la mass start sulle nevi tedesche.

Tommaso Giacomel 7 – Questo ragazzo per approccio e sfrontatezza è speciale: gara all’attacco e ancora una volta a punti (38° posto con due errori) su di un tracciato selettivo come quello di Oberhof. Non manca la personalità all’azzurrino e il 38° posto di oggi non dice tutto perché se si vanno a guardare le graduatorie nel range time (primo) e nello shooting time (terzo) c’è da fare alcune considerazioni sulle sue qualità. Siamo solo all’inizio di un percorso e la materia sembra valida.

Thomas Bormolini 6 – Il 35° posto è una conferma per il livignasco del suo livello, soprattutto nelle frazioni di fondo. I due errori sono un po’ letali in termini di riscontro finale, ma la prestazione è ampiamente sufficiente.

Didier Bionaz 5 – Un 2021 un po’ complicato per l’altro giovane della squadra, ricordando la bellissima chiosa di 2020 in Austria. Quattro errori (2+2) sono troppi e l’80° posto evidenzia che ci sia da lavorare.

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Judo, Masters Doha 2021: Teddy Riner torna a far paura, Nicholas Mungai fuori al 2° turno nei -90 kg

Alex Zanardi è tornato a parlare. Ha comunicato con la sua famiglia