Biathlon, Dorothea Wierer è magica e si arrende alla sola Eckhoff nella sprint di Oberhof. Hauser ancora a podio

È ancora una scintillante Tiril Eckhoff a prendersi la scena nella sprint che apre il programma femminile della sesta tappa della Coppa del Mondo 2020-2021 di biathlon, ma l’Italia può gioire grazie all’impresa del’immortale Dorothea Wierer, seconda per una manciata di secondi.

La trentenne di Baerum trionfa per la terza volta consecutiva nelle sprint, confermandosi la regina del momento e portandosi a quota 19 successi in carriera, l’atleta in attività più vincente. Nonostante un errore in apertura nel poligono in piedi, Eckhoff è riuscita ad avere la meglio della campionessa azzurra per 9″ e accorcia a soli 17 punti il ritardo virtuale (senza scarti) dalla connazionale Marte Olsbu Roeiseland, oggi deludente ottava con un errore per serie di tiro, a 40″.

La prova di Dorothea è stata maestosa, nel format più complicato ha saputo sfruttare dei materiali certamente molto più performanti di settimana scorsa grazie al doppio zero al tiro e nell’ultimo giro ha anche provato a resistere allo strapotere di Eckhoff, dovendo però alzare bandiera bianca nel finale. È comunque la migliore versione dell’azzurra in stagione nel fondo e i segnali sono decisamente incoraggianti in vista di Anterselva e i prossimi Mondiali. Terzo podio in tre gare individuali per l’austriaca Lisa Hauser, che si conferma l’atleta più in palla del momento insieme alla vincitrice. L’eccellente tiratrice nativa di Kitzbühel ha preso tutti i bersagli e ha battagliato con Wierer per il secondo posto, ma alla fine è stata l’azzurra ad avere la meglio e Hauser ha chiuso a 13″.

Giù dal podio le due francesi Justin Braisaz e Anais Chevalier-Bouchet, quarta e quinta rispettivamente  a 19 e 23 secondi dalla testa con lo zero e un bersaglio mancato. Sesto posto per la tedesca Franziska Preuss a 33″ con un errore in piedi, davanti a Hanna Oeberg e, come anticipato, Roeiseland (ottava). La svedese ha mancato un bersaglio in una complicata serie a terra ma si è riscattata in piedi tenendo ancora vive le remote speranze di giocarsi la coppa generale.

Finalmente positiva anche Lisa Vittozzi, quantomeno sugli sci, anche se a causa di due errori sui bersagli finali di entrambe le serie ha chiuso a 1’09 in sedicesima posizione. Federica Sanfilippo torna in grande stile e si prende subito i punti, 33esima con un errore a 1’39”, mentre male oggi Irene Lardschneider che dopo i tre errori al tiro si è rialzata immediatamente e ha chiuso 88esima a 3’56”

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Joao Almeida mette nel mirino la Vuelta a España 2021

F1, Charles Leclerc positivo al Covid-19. Monegasco in isolamento con sintomi lievi