Volley, SuperLega: Perugia torna in testa. Trento ritrova Giannelli, rimonta da antologia. Modena ko contro Vibo

Oggi pomeriggio si sono disputate quattro partite valide per la tredicesima giornata della SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile. Perugia è tornata in vetta alla classifica grazie alla vittoria per 3-0 contro Piacenza. I Block Devils si sono imposti tra le mura amiche, hanno infilato l’undicesimo sigillo stagionale e si sono ripresi la vetta della graduatoria con due lunghezze di vantaggio su Civitanova (ieri capace di imporsi a Ravenna soltanto al tie-break). Coach Vital Heynen ha ritrovato il migliore Aleksandar Atanasijevic: 15 punti per l’opposto e successo agevole contro gli emiliani. Il regista Dragan Travica ha mandato in doppia cifra anche lo schiacciatore Oleg Plotnytskyi (10) e il centrale Sebastian Solé (10, 3 muri), 9 marcature per il fenomeno Wilfredo Leon. Tra le fila dei Lupi il migliore è stato il martello Trevor Clevenot (12), l’assenza per infortunio dell’opposto Georg Grozer si fa sentire.

Trento sembra ormai essersi abituata alle rimonte dallo 0-2: dopo quella di martedì contro la Lokomotiv Novosibirsk in Champions League, oggi di dolomitici hanno ribaltato il punteggio sul campo di Verona e si sono imposti al tie-break nel sempre sentito derby dell’Adige. I ragazzi di coach Angelo Lorenzetti tornano un po’ a respirare in campionato (secondo successo nelle ultime cinque uscite) e salgono provvisoriamente in ottava posizione, ma devono recuperare ben tre incontri rispetto alle sette formazioni che sono davanti (potrebbero risalire fino al quarto posto).

Simone Giannelli è guarito dal Covid-19, è tornato in cabina di regia e ha scatenato l’opposto Nimir Abdel-Aziz (23 punti con 4 aces, l’olandese si è ripreso il suo ruolo naturale dopo essere stato palleggiatore nelle ultime due settimane) e il martello Ricardo Lucarelli (23 punti con 4 muri, il brasiliano ha giocato la sua migliore partita stagionale). Ai padroni di casa non è bastato il solito Matey Kaziyski (20), gli scaligerri sono decimi a -2 da Trento (con una partita giocata in più).

Modena è in crisi nera ed è stata travolta da Vibo Valentia al PalaPanini con un sonoro 3-0. Terzo ko di fila per i Canarini, scivolati così in settima posizione. I calabresi, invece, continuano a stupire e sono balzati addirittura al terzo posto in classifica con la quarta affermazione nelle ultime cinque uscite. Le prove di Thibault Rossard (15 punti) e Torey Defalco (12) hanno annichilito Luca Vettori (11) e compagni.

Padova ha vinto il cruciale scontro salvezza contro Cisterna: 3-1 per i veneti contro il fanalino di coda, terza vittoria in campionato e ora sereno +6 sull’ultimo posto in graduatoria, mentre i laziali continuano ad annaspare (-2 da Ravenna, la quale ha giocato tre partite in meno). Prestazione di lusso da parte dell’opposto Toncek Stern (22 punti, 4 muri, 2 aces), bene anche Mattia Bottolo (12) e Marco Vitelli (10). A Cisterna non è bastato l’opposto Giulio Sabbi, sempre più in crescita (12 punti). Di seguito tutti i risultati dettagliati della tredicesima giornata di SuperLega e la classifica generale del massimo campionato italiano di volley maschile.

RISULTATI TREDICESIMA GIORNATA SUPERLEGA:

NBV Verona vs Itas Trentino 2-3 (25-23; 26-24; 22-25; 20-25; 10-15)

Sir Safety Conad Perugia vs Gas Sales Bluenergy Piacenza 3-0 (25-20; 25-19; 25-21)

Kioene Padova vs Top Volley Cisterna 3-1 (25-18; 20-25; 25-16; 27-25)

Leo Shoes Modena vs Tonno Callipo Vibo Valentia 0-3 (21-25; 16-25; 18-25)

Consar Ravenna vs Cucine Lube Civitanova 2-3 (25-21; 25-23; 21-25; 20-25; 8-15), giocata ieri

Allianz Milano vs Vero Volley Monza 2-3 (20-25; 24-26; 25-13; 25-22; 11-15), giocata venerdì

CLASSIFICA SUPERLEGA VOLLEY:

Perugia 33 punti (12 partite giocate), Civitanova 31 (12), Vibo Valentia 22 (12), Milano 20 (12), Monza 18 (12), Piacenza 18 (12), Modena 17 (12), Trento 12 (9), Padova 11 (12), Verona 10 (10), Ravenna 7 (9), Cisterna 5 (12).

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto LM-LPS/Loris Cerquiglini

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, Mercedes sotto investigazione per il cambio gomme a George Russell. Rischio beffa, oltre al danno

Pallamano, Serie A 2020: Conversano pareggia contro Siena e viene raggiunto da Sassari