Volley femminile, Serie A1: domani i recuperi Perugia-Novara e Chieri-Bergamo

Il campionato di Serie A1 di volley femminile sta facendo i conti, così come accade in tutti gli altri sport, con la pandemia. Sono state molte le gare rinviate a causa di positività di atlete e componente dei vari staff. Domani, sabato 5 dicembre, si giocheranno i recuperi tra Perugia-Novara e Chieri-Bergamo rispettivamente della 10ma e 12ma giornata.

Le ragazze di Stefano Lavarini andranno a caccia di una vittoria molto importante in chiave classifica che potrebbe confermare la Igor Gorgonzola al secondo posto in solitaria alle spalle di una strepitosa Conegliano. Per le umbre la gara in programma domani alle ore 20.30 sarà fondamentale per allungare su Brescia, attualmente ultima in classifica con 8 punti, conquistando una posizione di classifica decisamente più tranquilla.

Novara sta vivendo un ottimo periodo di forma viene da un filotto di cinque successi consecutivi di cui tre in Champions League. Perugia dopo il pesante successo contro Firenze ha ceduto il passo, ma solo al tie-break, contro Busto ArsizioLavarini dovrebbe affidarsi al suo sestetto ideale con Micha Hancock pronta ad azionare le schiacciatrici Britt HerbotsCaterina BosettiMalwina Smarzek senza dimenticare la centrale azzurra Cristina ChirichellaDavide Mazzanti dal canto suo potrà contare sulla verve offensiva di Serena Ortolani, Helena HavelkovaVeronica Angeloni.

Chieri e Bergamo scenderanno in campo alle ore 17.30 in un match che si preannuncia equilibrato e molto spettacolare. Le piemontesi attualmente occupano il 5° posto in classifica con 18 punti mentre le lombarde sono più indietro con soli 10 punti. La squadra di Daniele Turino viene da due successi consecutivi e intende risalire la china dopo un periodo abbastanza complesso sfruttando le grandi potenzialità offensive di Sara Loda e Khalia Lanier. Per quanto concerne la compagine guidata da Giulio Cesare Bregoli intende dare continuità alla vittoria contro Trento affidandosi alle sue bocche di fuoco: Elena Perinelli e Kaja Grobelna.

salvatore.serio@oasport.it

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LM-LPS/Lisa Guglielmi

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, il Team Sunweb cambia nome: diventerà Team DSM nel 2021. Novità anche per Bahrain e AG2R

Sci alpino, allenamento svolto a Santa Caterina. Cominciano i lavori per la gara di domani