Pattinaggio artistico: Tarasova-Morozov in testa dopo lo short ai Campionati Nazionali Russi. Kolyada avanti nel singolo maschile

Si è conclusa con lo sfavillante short program delle coppie la prima giornata dei Campionati Nazionali Russi 2021 di pattinaggio artistico, rassegna di altissimo livello in scena questa settimana nella gelida Traktor Arena di Chelyabinsk. Dopo una gara dal livello impressionante a piazzarsi al comando della classifica sono stati i veterani Evgenia Tarasova-Vladimir Morozov.

I pattinatori guidati da Marina Zueva e Maxim Trankov si sono resi protagonisti di una performance pulita sotto ogni aspetto, dove hanno ottenuto il miglior riscontro in entrambi i punteggi. Sulle note del “Bolero” di Revel i Vice Campioni Europei hanno inaugurato la loro prova con un sontuoso triplo twist, piatto forte della casa, ruotando stavolta senza problemi il salto in parallelo, nello specifico il triplo toeloop. Dopo aver passato in rassegna il triplo rittberger lanciato la coppia ha dunque snocciolato la spirale, il sollevamento del gruppo tre, la serie di passi e la trottola side by side, elementi che hanno ricevuto la chiamata di livello 4 contribuendo a raggiungere quota 80.65 (43.23, 38.43), punteggio importante anche se da prendere con le pinze vista la composizione ovviamente locale della giuria.

A soli tre punti di distanza si sono piazzati Aleksandra Boikova-Dmitri Kozlovskii, autori di una prestazione positiva viziata però da una sbavatura nel triplo lutz lanciato, atterrato con step out; una defaillance che ha leggermente rallentato la rincorsa degli allievi di Tamara Moskvina, i quali si sono dovuti accontentare di 77.48 (40.04, 37.44), appena quarantasette centesimi in più di Daria Pavliuchenko-Dmtri Khodykin, pattinatori con ottima continuità realizzativa (anche oggi zero errori) a scapito di un programma frizzante non proprio nelle loro corde con cui hanno agguantato momentaneamente il gradino più basso del podio con 77.01 (41.29, 35.72).

La solita fragilità negli elementi in parallelo ha fermato i giovani Apollinariia Panfilova-Dmtry Rylov in quarta posizione con 74.51 (39.97, 34.54). Tuttavia gli atleti di Perm hanno stregato il pubblico grazie a un’esecuzione semplicemente incredibile nelle difficoltà d’insieme: basti guardare la maestosità del triplo twist (livello 3), quella del triplo lutz o l’intricata e originale posizione della dama durante il sollevamento del gruppo 3 (livello 4). Leggermente più indietro invece Anastasia Mishina-Aleksandr Galliamov, rimasti attardati al quinto posto con 73.25 (36.41, 36.84) per via del triplo salchow in parallelo, mandato a vuoto dal cavaliere e quindi chiamato invalido.

Ottima prova nello short maschile per il favorito Mikhail Kolyada, unico del lotto a scavalcare la soglia del 100 punti grazie a una prestazione pulita contrassegnata dal quadruplo toeloop combinato con il triplo toeloop (buono malgrado un arrivo non impeccabile), dal triplo axel e dal triplo lutz in zona bonus, salti che gli hanno consentito con il miglior riscontro sulle componenti del programma di raggiungere quota 102.48 (54.62, 47.86) staccando di quattro lunghezze un Makar Ignatov in grande spolvero, artefice di un segmento in cui con il miglior punteggio tecnico ha atterrato un quadruplo rittberger, la combinazione quadruplo toeloop/triplo toeloop e il triplo axel ricevendo una valutazione di 98.30 (55.48, 42.83).

Bene anche Mark Kondratiuk, al momento al terzo posto con 90.88 (50.49, 40.39) bravo ad approfittare dei passaggi a vuoto di concorrenti competitivi come Andrei Mozalev, quarto con 89.47 (46.90, 43.57) e frenato da una caduta nel quadruplo flip, Alexander Samarin, frenato al quinto posto con 87.96 (43.99, 44.97) per una caduta nel quadruplo lutz e per un triplo axel chiamato sul quarto, e Petr Gumennik, attualmente in ottava posizione a causa di una caduta nel triplo axel e per un arrivo non irresistibile nel triplo rittberger (chiamato sul quarto) agganciato al triplo lutz.

Nella danza tutto facile per Alexandra Stepanova-Ivan Bukin che, all’esordio assoluto in stagione, hanno confezionato una rhythm dance da 87.28 (49.91, 38.37), ottimo punto di partenza considerata anche una chiamata nel sollevamento curve, giudicato troppo lungo. A posizionarsi al posto d’onore provvisorio ci hanno pensato poi Tiffani Zagorski-Jonatahn Guerreiro, i quali hanno conquistato 84.02 (47.13, 36.89) regolando senza patemi Anastasia Skoptocova-Kirill Aleshin, terzi con 80.19 (45.10, 35.09).

CLASSIFICA SHORT PROGRAM COPPIE D’ARTISTICO

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Evgenia TARASOVA / Vladimir MOROZOV M/T 80.65 1
2 Aleksandra BOIKOVA / Dmitrii KOZLOVSKII SPB 77.48 2
3 Daria PAVLIUCHENKO / Denis KHODYKIN MOS 77.01 3
4 Apollinariia PANFILOVA / Dmitry RYLOV PER 74.51 4
5 Anastasia MISHINA / Aleksandr GALLIAMOV SPB 73.25 5
6 Iasmina KADYROVA / Ivan BALCHENKO PER 68.69 6
7 Alina PEPELEVA / Roman PLESHKOV MOS 65.45 7
8 Karina AKOPOVA / Nikita RAKHMANIN KRA 65.44 8
9 Iuliia ARTEMEVA / Mikhail NAZARYCHEV PER 63.69 9
10 Anastasia BALABANOVA / Alexei SVIATCHENKO MOS 63.56 10
11 Diana MUKHAMETZIANOVA / Ilya MIRONOV M/T 60.96 11

CLASSIFICA SHORT PROGRAM INDIVIDUALE MASCHILE

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Mikhail KOLYADA SPB 102.48 1
2 Makar IGNATOV SPB 98.30 2
3 Mark KONDRATIUK MOS 90.88 3
4 Andrei MOZALEV SPB 89.47 4
5 Alexander SAMARIN MOS 87.96 5
6 Artem KOVALEV MOS 87.45 6
7 Egor MURASHOV MOS 86.13 7
8 Petr GUMENNIK SPB 84.93 8
9 Anton SHULEPOV SPB 83.19 9
10 Artem LEZHEEV S/K 82.36 10
11 Evgeni SEMENENKO SPB 79.86 11
12 Egor RUKHIN MOS 78.99 12
13 Ilya YABLOKOV MOS 77.38 13
14 Artem ZOTOV MOS 74.39 14
15 Vladislav KATICHEV MRD 66.86 15
16 Maxim VARAKIN MOS 57.71 16
17 Maxim PETROV TAT 52.86 17

CLASSIFICA RHYTHM DANCE DANZA SUL GHIACCIO

FPl. Name Nation Points RD FD
1 Alexandra STEPANOVA / Ivan BUKIN MOS 87.28 1
2 Tiffani ZAGORSKI / Jonathan GUERREIRO MOS 84.02 2
3 Anastasia SKOPTCOVA / Kirill ALESHIN MOS 80.19 3
4 Elizaveta KHUDAIBERDIEVA / Egor BAZIN M/S 78.01 4
5 Sofia SHEVCHENKO / Igor EREMENKO MOS 77.83 5
6 Svetlana LIZUNOVA / Alexander VAKHNOV MOS 64.50 6
7 Annabelle MOROZOV / Andrei BAGIN PER 62.17 7
8 Ekaterina MIRONOVA / Evgenii USTENKO SPB 62.08 8
9 Sofia KARTASHOVA / Ilya KARPOV SVE 60.31 9
10 Vlada PAVLENINA / Alexander ALEKSANIAN SVE 59.19 10
11 Julia TULTSEVA / Anatoliy BELOVODCHENKO MOS 58.34 11
12 Elizaveta PASECHNIK / Egor KOLOSOVSKII NIZ 48.82 12
13 Elizaveta KIRILLOVA / Mark CHEGODAEV NIZ 46.53 13
14 Vlada CHASHNIKOVA / Zakhar CHEREZOV KIR 41.09 14

 

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calcio femminile, la FIFA approva il nuovo sistema di qualificazione per i Mondiali 2023 a 32 squadre

Tennis, il 2020 di Jannik Sinner in numeri: risultati, posizioni guadagnate e premi