Motomondiale, l’Italia è la Nazione più vincente della storia! Record di Mondiali vinti, la Spagna insegue

Il Motomondiale 2020 ha espresso i propri verdetti pochi giorni fa. La stagione è stata particolarmente tormentata a causa dell’emergenza sanitaria, si è incominciato a correre a luglio dopo una lunga sosta forzata e i piloti sono stati chiamati a un autentico tour de force. I campionati sono stati estremamenti combattuti, avvincenti, equilibrati e lottati fino all’ultimo. Il conclusivo GP del Portogallo è stato decisivo per l’assegnazione dei titoli in Moto3 e in Moto2 vinti rispettivamente dallo spagnolo Albert Arenas e dal nostro Enea Bastianini, mentre in MotoGP si è imposto lo spagnolo Joan Mir, il quale ha avuto la meglio sul romano Franco Morbidelli nell’annata agonistica caratterizzata dall’assenza per infortunio del fuoriclasse Marc Marquez.

Il computo parla dunque di 2 Mondiali conquistati dalla Spagna e di 1 portato a casa dall’Italia. La nostra Nazione, però, continua a dominare la classifica dei Paesi più vincenti della storia del Motomondiale, sommando i risultati ottenuti nelle varie classi. L’Italia è infatti a quota 80 titoli iridati: 20 nella classe regina (MotoGP/500), 8 nella defunta 350, 25 nella cilindrata di mezzo (Moto2/250), 24 nella categoria più leggera (Moto3/125), 2 negli scomparsi 80/50 cc, 1 in MotoE (anche se formalmente ha dicitura di Coppa del Mondo, dunque non strettamente equivalente a Mondiale).

La Spagna è ancora molto lontana con i suoi 55 sigilli (di cui 11 in MotoGP/500, 11 in Moto2/250, 20 in Moto3/125, 12 in 80/50 cc, 1 in MotoE), ma attenzione perché gli iberici sono in chiara rimonta: dal 2012 al 2020, infatti, sono arrivati soltanto sigilli giallorossi in MotoGP (6 di Marc Marquez, 2 di Jorge Lorenzo, 1 di Joan Mir) e nelle categorie minori ne hanno portati a casa nove, mentre l’Italia si è dovuta accontentare di quattro affermazione complessive (3 in Moto2 con Franco Morbidelli nel 2017, Francesco Bagnaia nel 2018, Enea Bastianini nel 2020; 1 in Moto3 con Lorenzo Dalla Porta nel 2019).

Il pilota più vincente di tutti i tempi è italiano, ovvero Giacomo Agostini con i suoi 15 trionfi iridati (8 in 500, 7 in 350). Valentino Rossi ne ha vinti complessivamente 9 (7 tra MotoGP e 500, 1 in 250, 1 in 125). La Spagna fa invece leva su Angel Nieto (13 Mondiali, ma nessuno in classe regina: 7 in 125 e 6 nei “motorini”) e su Marc Marquez (8 Mondiali, 6 in MotoGP). Decisamente più attardate la Gran Bretagna (45 Mondiali di cui 17 nella classe regina, ma l’ultimo risale al 1977 con Barry Sheene), la Germania (18, nessuno in top class) e gli USA (17, di cui 15 in MotoGP/500, l’ultimo con Nicky Hayden nel 2006). Di seguito la classifica delle Nazioni più vincenti nel Motomondiale.

CLASSIFICA NAZIONI PIÙ VINCENTI NEL MOTOMONDIALE:

1. Italia 80 Mondiali (20 in MotoGP/500, 8 in 350, 25 in Moto2/250, 24 in Moto3/125, 2 in 80/50, 1 in MotoE*)

2. Spagna 55 (11, 0, 11, 20, 12, 1*)

3. Gran Bretagna 45 (17, 13, 9, 5, 1, 0)

4. Germania 18 (0, 2, 8, 4, 4, 0)

5. USA 17 (15, 0, 2, 0, 0, 0)

6. Australia 11 (8, 1, 1, 1, 0, 0)

7. Rhodesia 8 (1, 5, 2, 0, 0, 0)

8. Giappone 8 (0, 1, 3, 4, 0, 0)

9. Svizzera 8 (0, 0, 0, 4, 4, 0)

10. Francia 7 (0, 0, 5, 2, 0, 0)

*= Formalmente la MotoE ha nomenclatura di “World Cup” e non di “World Championship”, dunque di “Coppa del Mondo” e non di “Mondiale” come invece accade per MotoGP, Moto2, Moto3. Non sono strettamente equivalenti, basti pensare agli sport invernali dove le due competizioni sono completamente differenti tra loro. Spagna e Italia ne hanno vinto 1 a testa nelle ultime due stagioni, ovvero da quando è stato istituito il campionato per le moto elettriche.

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Foto: Origo Valerio

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fabio Aru ha bussato alla porta dell’Astana. Fofonov: “Ha parlato con me, gli ho dovuto dire di no”

F1, Romain Grosjean: “Il corpo sta rispondendo bene, si spera anche le mani”