F1, risultati FP2 GP Abu Dhabi 2020: Bottas è il più rapido davanti a Hamilton, ma Verstappen impressiona sul passo. 8° Leclerc

La seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi 2020 è andata in archivio con l’uno-due della Mercedes firmato da Valtteri Bottas e Lewis Hamilton, destinati a giocarsi domani l’ultima pole position stagionale del Mondiale di Formula 1. Nella simulazione di qualifica andata in scena sotto i riflettori di Yas Marina è stato il finlandese a stampare il miglior tempo su gomma gialla in 1’36″276, rifilando 203 millesimi al compagno di squadra britannico e 770 alla Red Bull di Max Verstappen. I primi tre della classifica hanno ottenuto la rispettiva miglior prestazione personale a parità di mescola, non riuscendo per un motivo o per l’altro (tempi cancellati, problemi di traffico o errori di guida) a migliorare con gomma rossa.

Quarta piazza a 987 millesimi dalla vetta per la Red Bull del thailandese Alexander Albon, autore invece di un ottimo time-attack con pneumatici soft nella simulazione di qualifica che gli ha permesso di inserirsi a meno di tre decimi dal teammate olandese. Grandissima battaglia sul filo dei centesimi nella lotta per le posizioni che vanno dalla quinta alla dodicesima, con Lando Norris (McLaren) in testa ad un gruppone composto da otto piloti racchiusi in soli 178 millesimi. Alle spalle di Norris (5° a 1.162 dalla testa) ci sono nell’ordine Esteban Ocon (Renault), 6° a 1.229, Sergio Perez (Racing Point), 7° a 1.230, Charles Leclerc (Ferrari), 8° a 1.232, Daniel Ricciardo (Renault), 9° a 1.232, Lance Stroll (Racing Point), 10° a 1.284, Daniil Kvyat (AlphaTauri), 11° a 1.320 e Carlos Sainz (McLaren), 12° a 1.340.

Più staccati tutti gli altri, tra cui un Sebastian Vettel che si è dovuto accontentare del 15° posto assoluto a 1.922 dal leader senza riuscire a mettere assieme un giro veloce pulito. Da segnalare la 14ma piazza di un buon Kimi Raikkonen, che si è dovuto però fermare a bordo pista con una power-unit Ferrari in fiamme sulla sua Alfa Romeo (provocando una bandiera rossa nella fase finale del turno). Per quanto riguarda il passo gara, Verstappen ha fatto intravedere un potenziale davvero impressionante ad inizio stint su gomma rossa (e anche con la media) mentre la Mercedes ha preferito effettuare delle prove in ottica 2021 con le gomme proto privandoci di un confronto diretto con la Red Bull a parità di mescola.

CLASSIFICA FP2 GP ABU DHABI 2020 F1

1 Valtteri BOTTAS Mercedes1:36.276 5
2 Lewis HAMILTON Mercedes+0.203 9
3 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing+0.770 5
4 Alexander ALBON Red Bull Racing+0.987 5
5 Lando NORRIS McLaren+1.162 5
6 Esteban OCON Renault+1.229 5
7 Sergio PEREZ Racing Point+1.230 5
8 Charles LECLERC Ferrari+1.232 7
9 Daniel RICCIARDO Renault+1.232 5
10 Lance STROLL Racing Point+1.284 5
11 Daniil KVYAT AlphaTauri+1.320 5
12 Carlos SAINZ McLaren+1.340 5
13 Pierre GASLY AlphaTauri+1.624 5
14 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+1.792 5
15 Sebastian VETTEL Ferrari+1.922 6
16 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team+2.228 5
17 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing+2.288 5
18 George RUSSELL Williams+2.541 4
19 Pietro FITTIPALDI Haas F1 Team+2.751 6
20 Nicholas LATIFI Williams+2.856

erik.nicolaysen@oasport.it

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Davide Orrico passerà professionista a trent’anni con la Vini Zabù-KTM

F1, risultati e classifica FP2 GP Abu Dhabi: Bottas in testa davanti a Hamilton. Leclerc 8° con la Ferrari