Basket, Serie A: Logan trascina Treviso, Cantù batte Trieste in volata, Reggio Emilia rimonta spettacolo sulla Fortitudo

Tre recuperi in questa serata di Serie A dedicata a continuare a riportare in pari il programma dopo i vari rinvii provocati dai tanti casi di Covid-19 all’interno delle squadre. Andiamo a vedere cos’è successo nel triangolo compreso tra Veneto, Lombardia ed Emilia.

DE’ LONGHI TREVISO-VANOLI CREMONA 101-90 (8a giornata)
Per la formazione di Max Menetti una vittoria convincente in una partita ad alto punteggio e contro un avversario che spesso ingabbia in trappole da cui è difficile uscire. Particolarmente bella la serata di David Logan, da 26 punti: già nel primo quarto ne mette 10, tutti in momenti importanti nel tentativo di far scappare i suoi. Cremona, però, c’è e reagisce inizialmente colpo su colpo soprattutto con Cournooh, anche se i padroni di casa ampliano di tanto in tanto il divario (all’intervallo è 52-40). La Vanoli il rientro in scia lo prova più di una volta, ma senza mai schiodarsi dalla zona dei 10 punti di svantaggio nel terzo periodo. Improvvisamente, però, si accende Daulton Hommes, che 16 dei suoi 26 punti li mette a segno nel quarto finale. A poco più di 6′ dal termine il tabellone dice 81-77, ma a quel punto Russell e Logan si rimettono in società (9 assist complessivi per il primo), riuscendo a chiudere in positivo la contesa. Doppia doppia da 15 punti e 10 rimbalzi per un incisivo Christian Mekowulu, Treviso sale a quota 10 e aggancia Sassari.
TOP SCORER
TREVISO – Logan 26, Russell 16, Mekowulu 15
CREMONA – Hommes 26, J. Williams 16, TJ Williams 14

ACQUA S. BERNARDO CANTU’-ALLIANZ TRIESTE 73-67 (6a giornata)
Arriva in volata il successo dell’Acqua S. Bernardo di Cesare Pancotto, ed è importante perché, almeno per il momento, toglie dalle torbide acque della zona salvezza il club. Importante soprattutto la prestazione di Sha’markus Kennedy, autore di una doppia doppia da 21 punti e 11 rimbalzi (oltre a 7 stoppate). Nessuna delle due squadre riesce mai a staccare realmente l’altra: da una parte il primo ad accelerare è Jazz Johnson con sette punti nel primo quarto, dall’altra ci pensano prima Grazulis e poi Henry e “Lobito” Fernandez a controbattere portando anche l’Allianz sul 22-27. Si arriva all’intervallo con una spallata canturina che vale il 37-31 e, in seguito, si procede a ritmi offensivi piuttosto blandi, in certi casi anche troppo (il parziale del terzo periodo è 13-10, sebbene Udanoh dia una mano rilevante a Trieste). Ancora a 6′ dal termine il punteggio è 52-52, poi arrivano Johnson, Leunen e Kennedy che decidono che, in fin dei conti, un 10-0 può bastare per chiudere i conti.
TOP SCORER
CANTU’ – Kennedy 21, Johnson 15, Woodard 13
TRIESTE – Udanoh 17, Doyle 13, Henry 9

UNAHOTELS REGGIO EMILIA-FORTITUDO LAVOROPIU’ BOLOGNA 79-69 (8a giornata)
L’esempio perfetto di come può cambiare in un amen una partita lo propone l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, terreno comune di casa di Reggio Emilia e Fortitudo Bologna. In questo caso, nella sfida tra gli ex colleghi di squadra (a Roma) Antimo Martino e Luca Dalmonte a prevalere è il primo in maniera a un certo punto impensabile. Dopo un inizio equilibrato, nel quale si mettono in evidenza da una parte Brandon Taylor e dall’altra Wes Saunders, non appare chiaro chi possa prendere il controllo, e infatti all’intervallo il punteggio è 35-35. Di lì, però, la Effe piazza l’allungo che pare decisivo, propiziato dalle lunghe leve di Happ e dall’apporto della coppia Fantinelli-Aradori ad appoggiare il loro centro. Improvvisamente, sul 43-58, cambia tutto: Diouf si erge a protagonista, Bostic offre un aiuto non indifferente, ma è soprattutto Taylor a non mostrare alcun segno di stop: l’ex Bergamo è scatenato, e guida un parziale che, alla fine, diventa di 36-11 e che Baldi Rossi, che evidentemente sente aria di derby visti i suoi trascorsi in Virtus, decide di azzannare senza tanti complimenti. Qualche scintilla, subito sedata, si accende nell’immediato dopopartita per il nervosismo dei giocatori biancoblu, ancora ultimi in classifica.
TOP SCORER
REGGIO EMILIA – Taylor 28, Baldi Rossi e Bostic 13
BOLOGNA – Happ e Saunders 17, Aradori 9

Credit: Ciamillo

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Serie A, Inter batte Napoli nel big match. Milan e Juventus pareggiano. Risultati e classifica

Volley femminile, Serie A1: Conegliano inarrestabile, 13ma vittoria. Successi di Cuneo e Trento, Nicoletti da 40 punti