Australian Open 2021: entry-list maschile. Ci sono 8 italiani: Berrettini e Fognini teste di serie, Sinner fuori di poco

Oggi è stata rilasciata la entry list maschile degli Australian Open 2021, il primo Slam della stagione in programma sul cemento di Melbourne dall’8 al 21 febbraio. Il torneo, posticipato di tre settimane rispetto alle date originarie a causa dell’emergenza sanitaria, prevede la partecipazione di 128 giocatori nel tabellone principale. Sono previste 32 teste di serie, che non si affronteranno tra loro all’esordio della kermesse in terra australiana.

Due italiani saranno testa di serie: Matteo Berrettini (numero 10) e Fabio Fognini (17). Lorenzo Sonego è la prima non testa di serie (33), deve sperare in un forfait di qualcuno che lo precede per rientrare. Jannik Sinner è numero 37, quindi gli servirebbero 5 rinunce per risalire la china ed evitare un primo turno estremamente complesso. Qualificati direttamente al tabellone principale anche altri quattro italiani: Stefano Travaglia (74), Salvatore Caruso (76), Marco Cecchinato (80) e Gianluca Mager (100).

Il serbo Novak Djokovic, primo nel ranking ATP, è la testa di serie numero 1. Numero 2 per lo spagnolo Rafael Nadal, 3 per il serbo Dominic Thiem, 4 per il russo Daniil Medvedev, 5 per lo svizzero Roger Federer, 6 per il greco Stefanos Tsitsipas, 7 per il tedesco Alexander Zverev, 8 per il russo Andrey Rublev. Di seguito la entry list maschile degli Australian Open 2021.

ENTRY LIST MASCHILE AUSTRALIAN OPEN 2021:

1 Novak Djokovic 1
2 Rafael Nadal 2
3 Dominic Thiem 3
4 Daniil Medvedev 4
5 Roger Federer 5
6 Stefanos Tsitsipas 6
7 Alexander Zverev 7
8 Andrey Rublev 8
9 Diego Schwartzman 9
10 Matteo Berrettini ITA 10
11 Gael Monfils 11
12 Denis Shapovalov 12
13 Roberto Bautista Agut 13
14 Milos Raonic 14
15 David Goffin 15
16 Pablo Carreno Busta 16
17 Fabio Fognini ITA 17
18 Stan Wawrinka 18
19 Grigor Dimitrov 19
20 Karen Khachanov 20
21 Felix Auger-Aliassime 21
22 Cristian Garin 22
23 Alex de Minaur 23
24 Borna Coric 24
25 John Isner 25
26 Dusan Lajovic 26
27 Casper Ruud 27
28 Benoit Paire 28
29 Taylor Fritz 29
30 Ugo Humbert 30
31 Filip Krajinovic 31
32 Daniel Evans 32
Lorenzo Sonego ITA 33
Hubert Hurkacz 34
Adrian Mannarino 35
Jan-Lennard Struff 36
Jannik Sinner ITA 37
John Millman 38
Reilly Opelka 39
Nikoloz Basilashvili 40
Kei Nishikori 41
Marin Cilic 42
Guido Pella 43
Miomir Kecmanovic 44
Nick Kyrgios 45
Albert Ramos-Vinolas 46
Richard Gasquet 47
Kyle Edmund 48
Tennys Sandgren 49
Alexander Bublik 50
Jordan Thompson 51
Alejandro Davidovich Fokina 52
Sam Querrey 53
Tommy Paul 54
Marton Fucsovics 55
Yoshihito Nishioka 56
Laslo Djere 57
Aljaz Bedene 58
Frances Tiafoe 59
Pablo Andujar 60
Vasek Pospisil 61
Jo-Wilfried Tsonga 62
Gilles Simon 63
Feliciano Lopez 64
Dominik Koepfer 66
Pablo Cuevas 67
Jiri Vesely 68
Ricardas Berankis 69
Lucas Pouille 70
Cameron Norrie 71
Steve Johnson 72
Marcos Giron 73
Stefano Travaglia ITA 74
Jeremy Chardy 75
Salvatore Caruso ITA 76
Corentin Moutet 77
Egor Gerasimov 78
Juan Ignacio Londero 79
Marco Cecchinato ITA 80
Kevin Anderson 81
Federico Delbonis 82
Pierre-Hugues Herbert 83
Thiago Monteiro 84
Pedro Martinez 85
Emil Ruusuvuori 86
Lloyd Harris 87
Norbert Gombos 88
Mikhail Kukushkin 89
Joao Sousa 90
Federico Coria 91
Attila Balazs 92
Radu Albot 93
Mikael Ymer 94
Soonwoo Kwon 95
Dennis Novak 96
Roberto Carballes Baena 97
Yannick Hanfmann 99
Gianluca Mager ITA 100
Andrej Martin 101
Yuichi Sugita 102
James Duckworth 103
Yasutaka Uchiyama 104
Mackenzie McDonald 83 (PR)
Yen-Hsun Lu 71 (PR)
(WC)
(WC)
(WC)
(WC)
(WC)
(WC)
(WC)
(WC)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
(Q)
Alternates
1 Pedro Sousa 105
2 Kamil Majchrzak 105 (PR)
3 Andreas Seppi ITA 106
4 Kamil Majchrzak 107
5 Ilya Ivashka 108
6 Gregoire Barrere 109
7 Jaume Munar 110
8 Hugo Dellien 111
9 Aslan Karatsev 112
10 Alexei Popyrin 113
11 Denis Kudla 114
12 Daniel Elahi Galan 115
13 Thiago Seyboth Wild 116
14 Taro Daniel 117
15 Sebastian Korda 118
16 Damir Dzumhur 119
17 Christopher O’Connell 120
18 Antoine Hoang 121
19 Andy Murray 122
20 Evgeny Donskoy 123

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, Anna Swenn-Larsson si frattura il piede in allenamento, Mondiali a rischio per la svedese

Sci di fondo, Federico Pellegrino: “Ho gestito le forze e ho vinto. Ora testa al Tour de Ski”