Vuelta a España 2020, Magnus Cort Nielsen: “Bello tornare a vincere dopo aver avuto il Covid”

Magnus Cort Nielsen conquista la sedicesima e terzultima tappa della Vuelta a España 2020 battendo in volata, sul rettilineo di Ciudad Rodrigo, una quarantina di corridori. Il danese della EF Pro Cycling ha preceduto nientemeno che la maglia roja Primoz Roglic. Per Cort Nielsen si tratta del terzo successo in carriera sulle strade del grande giro spagnolo. Infatti, nel 2016 aveva conquistato due frazioni inclusa quella conclusiva di Madrid.

A fine tappa Cort Nielsen ha commentato il suo trionfo. Queste le sue parole: “Nel finale era ben posizionato per lo sprint, sono uscito solo ai meno duecento metri e sono riuscito a battere tutti. Stamattina non pensavo di potermi giocare le mie chance per vincere la tappa, perché in gruppo ci sono diversi ragazzi più veloci di me. Per fortuna, però, c’è stata molta selezione. Sono molto contento di tornare a vincere dopo aver vissuto un periodo difficile a causa del Covid“.

luca.saugo@oasport.it

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto:

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Magnus Cort Nielsen Vuelta a España 2020

ultimo aggiornamento: 06-11-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Vuelta a España 2020, highlights tappa di oggi: Cort vince, Roglic 2° e rafforza la maglia rossa!

MotoGP, Jack Miller: “Mi sentivo bene sul bagnato, poi abbiamo capito dove migliorare sull’asciutto”