Volley femminile, le migliori italiane della 13ma giornata: Ofelia Malinov ispiratissima. Caterina Bosetti infallibile

Sabato 21 novembre si è disputata la 13ma giornata del campionato di Serie A1 di volley femminile. Due le vittorie casalinghe e tre quelle esterne per un turno molto emozionante e ricco di colpi di scena. Andiamo a vedere quali sono state le migliori italiane di questo turno di campionato.

LE MIGLIORI ITALIANI 13ma GIORNATA SERIE A1 VOLLEY FEMMINILE

CATERINA BOSETTI: Neanche a dirlo è lei la trascinatrice di Novara sul campo di Busto Arsizio. I suoi 17 punti, distribuiti nei tre set che sono bastati alle piemontesi per portare a casa il successo, sono stati a dir poco determinanti. La partita della schiacciatrice azzurra è arricchita da un buon 52% in attacco.

ALESSIA ORRO: Nella vittoria di Monza sul campo di Brescia la sua prestazione è stata da incorniciare. Sempre precisa e puntuale nell’assistere le compagne, in particolare Lise Van Hecke e Hanna Orthmann, ha proposto un gioco variegato e difficile da leggere per le avversarie. La 22enne di Oristano ha arricchito il suo match anche con 2 punti.

SERENA ORTOLANI: La veterana schiacciatrice di Perugia è stata vera e propria trascinatrice delle umbre nel successo contro Firenze. Non solo i 16 punti messi a referto ma anche tanta grinta e determinazione per condurre le compagne di squadra verso una vittoria fondamentale per la classifica.

ANASTASIA GUERRA: La 24enne nativa di Castelfranco Veneto ha cercato di tenere a galla Firenze con i suoi 13 punti ma non è bastato. Perugia, in particolare nel secondo e nel quarto set, è stata decisamente superiore in fatto di gioco e temperamento.

OFELIA MALINOV: Una leader dentro e fuori dal campo. La palleggiatrice di Scandicci e della nazionale ha giocato un match incredibile contro Trento. I 4 punti messi a segno sono solo un dettaglio rispetto a quello che ha creato per armare le sue bocche di fuoco: Magdalena Stysiak e Megan Courtney.

GIULIA MELLI: La migliore tra le dolomitiche sia per i 13 punti realizzati che per il buonissimo 48% in attacco. La 22enne ha messo in campo tutto il suo repertorio offensivo ma non è bastato per arginare la superiorità di Scandicci.

salvatore.serio@oasport.it

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Origo Valerio

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, EuroCup 2020-2021: Virtus Bologna-Andorra sarà recuperata nelle vicinanze di Natale

Tennis: la bulgara Aleksandrina Naydenova squalificata a vita. Ha aggiustato partite per 4 anni e ostacolato le indagini