Rugby, Tri Nations 2020: impresa leggendaria dell’Argentina, battuta la Nuova Zelanda!

Clamoroso a Sydney. Nella terza giornata del Tri Nations 2020, cioè la versione ridotta della Rugby Championship, gli All Blacks crollano in “casa” contro l’Argentina. E per i Pumas è la prima vittoria della storia contro la Nuova Zelanda.

Si parte subito fortissimo, con i giocatori carichi e Frizell e Matera che dopo pochi minuti di gioco già stanno discutendo animatamente. Passano cinque minuti, la Nuova Zelanda commette fallo e Nicolas Sanchez porta l’Argentina avanti dalla piazzola. Al 12’ fuorigioco di Orlando e gli All Blacks impattano il risultato. Prova ad affondare il colpo la squadra di casa, ma l’Argentina è molto attenta in difesa, concreta e, anzi, alla prima occasione colpisce.

Fa tutto Nicolas Sanchez. Siamo al 19’ e l’apertura argentina calcia l’ovale in avanti. Bruni prolunga il calcio, Mo’unga non ci arriva e così è Sanchez ad afferrare la palla e schiacciare in meta, per il 10-3 per i Pumas. Nervosi gli All Blacks, con Coles che colpisce in faccia Matera e l’arbitro gira una bella punizione a favore dei padroni di casa a favore degli ospiti. Ancora una sberla e Sanchez ringrazia, va sulla piazzola e porta i suoi a +10. È incredibile, ma nonostante il vantaggio è sempre l’Argentina a fare la partita, a spingere e a mettere in difficoltà gli All Blacks. E al 33’ è nuovamente Sanchez dalla piazzola a marcare e 16-3 ospite con cui si va al riposo.

La ripresa riprende come era finito il primo tempo. Incubo All Blacks, troppo fallosi, e Nicolas Sanchez che ringrazia ancora e al 48’ mette sul tabellone altri tre punti. Devono reagire i tuttineri per non subire uno storico ko. E serve una maul devastante al 53’ per abbattere il muro argentino e permettere a Sam Cane di schiacciare. Arrivano i due punti di Mo’unga e punteggio sul 10-19. Poco prima dell’ora di gioco, però, altro fallo e altro piazzato di Sanchez.

Ora è un monologo nero, un’ondata furiosa che vuole ribaltare un match che l’Argentina clamorosamente sta vincendo 10-22, primo possibile successo nella storia per i Pumas contro gli All Blacks. Ma se la Nuova Zelanda alza il ritmo, lo alza in difesa anche la squadra sudamericana, che non concedono nulla. Erode terreno, però, la furia neozelandese che arriva a un passo dalla meta. Ma gli All Blacks sbagliano troppo e un pallone al largo si perde in rimessa laterale e nulla da fare mentre passano i minuti. E il sigillo arriva al 77’. Nicolas Sanchez va sulla piazzola da metà campo. Calcio. Il pallone vola, lento, alto fino ai pali. 25-10, più di due mete di vantaggio e match chiuso. A tempo scaduto segna Caleb Clarke, ma serve solo per fissare il punteggio sul 25-15.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI RUGBY

duccio.fumero@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciclismo, Giulio Ciccone si è sottoposto all’operazione di rinosettoplastica funzionale

Tennis, ATP Finals 2020: Tsitsipas difende il trofeo dagli assalti di Djokovic e Nadal nell’ultima edizione di Londra