Rugby, Autumn Nations Cup 2020: Galles-Georgia 18-0. Vittoria senza bonus per i padroni di casa



L’Autumn Nations Cup 2020 di rugby ha visto la vittoria nella seconda giornata del Galles, che ha battuto la Georgia per 18-0. A Llanelli i padroni di casa marcano soltanto due mete e non centrano il punto di bonus offensivo, riuscendo a chiudere la gara solamente nella ripresa.

Nel primo tempo i gallesi passano a condurre al 9′ col piazzato di Sheedy, ma i padroni di casa riescono a mettere altro fieno in cascina soltanto al 25′, con la meta di Rees-Zammit, trasformata da Sheedy. Nell’ultimo quarto d’ora i gallesi non sfondano più e così si va al riposo sul 10-0.

Loading...
Loading...

Nella ripresa ancora dalla piazzola, al 51′, Sheedy muove il punteggio per i padroni di casa, poi la Georgia al 55′ resta momentaneamente in 14 per il giallo comminato a Saginadze. Il Galles non concretizza in superiorità e torna a segnare soltanto al 75′ con la meta di Webb, ma Sheedy tradisce dalla piazzola e così il match finisce sul 18-0.

TABELLINO
GALLES-GEORGIA 18-0
Marcature – Mete: Rees-Zammit (25’), Webb (75’). Conversioni: Sheedy (26’). Piazzati: Sheedy (9’, 51’).
Galles: 15 Liam Williams, 14 Johnny McNicholl, 13 Nick Tompkins, 12 Johnny Williams, 11 Louis Rees-Zammit, 10 Callum Sheedy, 9 Kieran Hardy, 8 Aaron Wainwright, 7 Justin Tipuric (C), 6 James Botham, 5 Seb Davies, 4 Jake Ball, 3 Samson Lee, 2 Elliot Dee, 1 Wyn Jones. A disposizione: 16 Sam Parry, 17 Nicky Smith, 18 Leon Brown, 19 Cory Hill, 20 James Davies, 21 Rhys Webb, 22 Ioan Lloyd, 23 Jonah Holmes.
Georgia: 15. Lasha Khmaladze, 14. Akaki Tabutsadze, 13. Giorgi Kveseladze, 12. Merab Sharikadze (C), 11. Sandro Todua, 10. Tedo Abzhandadze, 9. Vasil Lobzhanidze; 8. Beka Gorgadze, 7. Beka Saginadze, 6. Otar Giorgadze, 5. Kote Mikautadze, 4. Grigor Kerdikoshvili, 3. Beka Gigashvili, 2. Jaba Bregvadze, 1. Mikheil Nariashvili. A disposizione: 16. Giorgi Chkoidze, 17. Guram Gogichashvili, 18. Lexo Kaulashvili, 19. Lasha Jaiani, 20. Giorgi Tkhilaishvili, 21. Gela Aprasidze, 22. Demur Tapladze, 23. Tamaz Mchedlidze.

roberto.santangelo@oasport.it

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top