Pattinaggio artistico, GP Italia Egna 2020: nuova battaglia nel singolo maschile, attesa per Della Monica-Guarise

Gli azzurri del pattinaggio artistico tornano sul ghiaccio. Dopo il rinvio della seconda tappa di Torino, riprogrammata nel mese di gennaio, andrà in scena sabato 28 e domenica 29 alla Würth Arena di Egna-Neumarkt (Bolzano) il terzo appuntamento del Gran Premio Italia 2020, la nuova competizione a carattere interno pensata appositamente dalla Federazione Italiana Sport Ghiaccio per venire incontro alle esigenze della Nazionale, purtroppo orfana di competizioni di rilievo per via delle continue cancellazioni dovute all’emergenza sanitaria.

Saltando il secondo evento in questa occasione avremo l’occasione di visionare alcuni atleti che hanno già debuttato nella prima gara di Bergamo. Sarà presente infatti in toto il trio delle meraviglie della specialità individuale maschile guidato da coach Lorenzo Magri, quello formato da Daniel Grassl, Matteo Rizzo e Gabriele Frangipani. Il diciottenne altoatesino è chiamato a riconfermare quanto già di rilevante svolto sulla pista dell’IceLab Arena, dove è stato autore di due prestazioni monstre culminate con un segmento più lungo da brivido, ornato da ben tre quadrupli diversi, il lutz, il flip e il rittberger. Chissà se il detentore del titolo tricolore vorrà tentare di alzare ulteriormente l’asticella, magari tentando un secondo quadruplo nello short.

Primo, piccolo, esame per Matteo Rizzo, il cui obiettivo sarà quello di pattinare riducendo per quanto possibile il margine degli errori mostrando per la prima volta (quando ha gareggiato a Bergamo la separazione con Franca Bianconi era avvenuta da pochi giorni) i primi effetti dopo il cambio di guida tecnica; discorso speculare per Gabriele Frangipani che, certamente non resterà a guardare cercando di portare a termine quanto pianificato.

Interessante anche la gara femminile, dove la vincitrice della prima tappa, Ginevra Negrello, si confronterà nuovamente con Elisabetta Leccardi, seconda a Bergamo, e con altre due pattinatrici di alto profilo, Lara Naki Gutmann, l’anno scorso protagonista di svariate performance convincenti, e con la talentuosa Lucrezia Beccari, pronta a suonare la carica.

Attesissimi infine Nicole Della Monica-Matteo Guarise, pilastri della squadra italiana che debutteranno ufficialmente in questa annata sportiva presentando il loro nuovo short program ispirato al periodo di isolamento. La loro presenza stimolerà certamente i sempre più competitivi Rebecca Ghilardi-Filippo Ambrosini, reduci da un inizio di stagione più che promettente, e i giovani in crescita Sara Conti-Niccolò Macii.

CLICCA QUI PER CONOSCERE IL PROGRAMMA DELLA SECONDA TAPPA DEL GRAN PREMIO ITALIA

fabrizio.testa88@gmail.com

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI PATTINAGGIO ARTISTICO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Origo Valerio

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Skeleton, Coppa del Mondo Sigulda 2020: Janine Flock fa doppietta, Margaglio dodicesima

Sci alpino, Luca De Aliprandini: “Mi ero preparato bene ma non sono riuscito a ottenere ciò che volevo”