Nuoto, Federica Pellegrini, Gabriele Detti e altri azzurri avranno il pass in automatico per le Olimpiadi di Tokyo 2021

Il sogno della quinta Olimpiade per Federica Pellegrini sta diventando ormai realtà. La federazione consegnerà alla campionessa veneta e ad altri quattro componenti della nazionale di nuoto il pass per Tokyo 2020 senza l’incombenza di cercare il tempo che vale la qualificazione ai Giochi Olimpici. Una decisione che non è ancora ufficiale, ma, come riporta anche la Gazzetta dello Sport, che verrà comunicata in breve tempo agli atleti, in prossimità degli Assoluti invernali di Riccione.

Il direttore tecnico Cesare Butini ha già parlato con Matteo Giunta, tecnico di Federica Pellegrini, rassicurandolo che la convocazione della veneta non è mai stata in dubbio. Federica ora potrà preparare al meglio l’appuntamento di Tokyo senza andare alla ricerca del tempo di qualificazione. La campionessa olimpica di Pechino 2008 sta ancora smaltendo la lunga pausa forza per la positività al Covid-19, ma il rientro alla ISL a Budapest è stato sicuramente positivo.

Positività al Coronavirus che ha colpito anche Gabriele Detti, Marco De Tullio, Federico Burdisso e Martina Caramignoli, che sono proprio gli atleti che come Pellegrini riceveranno dalla federazione la certezza di avere in mano il pass olimpico. Infatti lo staff federale e tecnico ha voluto tenere conto degli ottimi tempi estivi fatti dai quattro azzurri, permettendo dunque a loro di preparare l’Olimpiade nei migliori dei modi e senza troppe pressioni.

Il pass olimpico lo hanno già conquistato Gregorio Paltrinieri (anche per il nuoto in acque libere), Nicolò Martinenghi, Simona Quadarella e Margherita Panziera. Un totale di nove pass già assegnati, con alcuni che sembrano essere molto vicini come quello di Alessandro Miressi nei 100 stile libero e Benedetta Pilato nei 100 rana, anche se la giovane stella del nuoto azzurro dovrà vedersela con Martina Carraro ed Arianna Castiglioni.

 

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI NUOTO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ginnastica artistica, Serie A: tutte le stelle della Final Six. Le Fate e le big che si sfideranno per lo scudetto

Combinata nordica, cancellata la tappa di Coppa del Mondo di Otepää. La Coppa del Mondo femminile rischia di non iniziare…