NBA Draft 2020: Ricky Rubio torna ai Minnesota Timberwolves, i 76ers scambiano Horford e Richardson

Anche quest’anno, durante il Draft NBA, ci sono state diverse trade. Spicca, innanzitutto, il ritorno di Ricky Rubio ai Minnesota Timberwolves. Il playmaker spagnolo era stato girato, pochi giorni fa, agli Oklahoma City Thunder nell’ambito dell’affare che ha visto Chris Paul sbarcare ai Phoenix Suns. Dopo tre anni passati tra Jazz e Suns, dunque, Rubio tornerà alla franchigia che lo ha scelto al draft del 2009 e con la quale ha giocato dal 2011 al 2017. Ricky è stato scambiato, insieme alle pick 25 (Immanuel Quickley) e 28 (Jaden McDaniels), per la scelta numero 17 (Aleksej Pokuševski).

La squadra probabilmente più attiva durante il draft sono stati i Philadelphia 76ers. Il sodalizio della Città dell’Amore Fraterno ha scambiato, con l’obiettivo di alleggerire il salary cap, Josh Richardson ai Dallas Mavericks in cambio di Seth Curry e Al Horford agli Oklahoma City Thunder, con in allegato una prima scelta del 2025 e i diritti su Vasilije Micic, per Danny Green e Terrance Ferguson

E’ stato un draft movimentato, infine, anche per i Detroit Pistons. La franchigia del Michigan ha ricevuto Trevor Ariza e la pick numero 16 (Isaiah Stewart) dagli Houston Rockets in cambio di una prima scelta futura. Inoltre, i Pistons hanno preso anche la pick numero 19 (Saddiq Bey) e Rodney McGruder in un affare a tre che ha visto Luke Kennard accasarsi ai Los Angeles Clippers e Landry Shemet ai Brooklyn Nets.

luca.saugo@oasport.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Twitter: @LucaSaugo

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Judo, Europei 2020: Francesca Giorda supera al primo turno la turca Senturk per ippon, subito out Milani

Judo, Europei 2020: Silvia Pellitteri lotta ma perde al Golden Score nei -57 kg con la serba Rogic