MotoGP, GP Portogallo 2020: Miguel Oliveira domina a Portimao, Morbidelli 3° e vice-campione. 6° Dovizioso, 12° Rossi

Miguel Oliveira completa l’opera e si toglie la più grande soddisfazione della carriera, aggiudicandosi il Gran Premio di casa a Portimao e portando a casa il suo secondo successo dell’anno nel Mondiale MotoGP 2020. Il 25enne portoghese della KTM Tech 3 ha dominato in lungo e in largo, conservando la pole position di ieri dalla prima all’ultima curva grazie ad un ritmo sensazionale e ad una gestione molto intelligente della sua leadership. Sul podio anche l’australiano Jack Miller (Ducati Pramac) e l’azzurro Franco Morbidelli, con quest’ultimo che grazie al 3° posto odierno riesce a concludere la stagione da vice-campione del mondo. Da segnalare anche il 6° posto di Andrea Dovizioso ed il 12° di Valentino Rossi, entrambi autori di una buona rimonta.

LA CRONACA – Ottimo scatto al via di Oliveira, che conserva la prima posizione davanti a Morbidelli, Miller, Crutchlow e Pol Espargarò. Scivola in ottava piazza Quartararo, autore di un primo giro negativo, mentre Rossi guadagna una posizione su Marquez ed è 16°. La gara perde subito un possibile protagonista con Bagnaia che procede lentamente e si ritira per un problema alla spalla destra. Out anche Binder, caduto nel corso del terzo giro senza conseguenze con la KTM.

Oliveira impone un passo indiavolato in testa alla gara e riesce ad allungare sul gruppo degli inseguitori formato da Morbidelli, Miller, Crutchlow, Bradl e Pol Espargarò. Le Suzuki cominciano a rimontare, con Rins 9° e Mir addirittura 17° dopo un contatto con Zarco nelle prime battute del Gran Premio. KTM sugli scudi anche con Espargarò, che passa Bradl e si porta in quinta piazza all’inseguimento del terzetto in lotta per la seconda posizione.

Alle spalle di uno scatenato Oliveira, costantemente il più veloce in pista, Morbidelli e Miller riescono a staccare Crutchlow per provare a blindare un posto sul podio. Grande difficoltà per Vinales, sprofondato progressivamente fino al 14° posto appena davanti al compagno di squadra Valentino Rossi, mentre Pol Espargarò si libera di Crutchlow e balza in quarta posizione. Il gap tra Oliveira e Morbidelli sale ad oltre 3″5, a testimonianza di un ritmo strepitoso da parte del padrone di casa della KTM Tech 3.

Dopo Vinales, anche Quartararo affonda con la Yamaha uscendo con le ossa rotte da tutti i duelli e retrocedendo fuori dalla top10 in classifica. A metà gara Oliveira comanda con 3″6 sul duo Morbidelli-Miller e con 9″ su un gruppone tirato da Espargarò (4°) e chiuso da Dovizioso (10°). Il forlivese della Ducati sale di colpi col passare dei giri, sfrutta un lungo in curva 1 di Rins e recupera altre due posizioni ritrovandosi 8°. Joan Mir, mentre si trovava 16° dietro alle Yamaha di Rossi e Vinales, accusa un problema tecnico sulla sua Suzuki ed è costretto a rientrare ai box per abbandonare la corsa.

Nel finale si viene a formare ai margini della zona punti un drappello formato dalla Suzuki di Rins (in crisi) e dalle Yamaha di Vinales, Rossi e Quartararo (sprofondato). Oliveira gestisce il suo vantaggio di 4″ su Morbidelli e Miller, involandosi verso il secondo successo stagionale, mentre infiamma la bagarre per il quinto posto tra Dovizioso, Nakagami, Bradl, Zarco e Crutchlow. Ultimo giro di fuoco, con Miller che si prende una bella rivincita su Morbidelli scavalcando il romano e tagliando il traguardo in seconda posizione alle spalle del vincitore Oliveira. 4° un ottimo Pol Espargarò, 5° Nakagami.

ORDINE D’ARRIVO GP PORTOGALLO 2020 MOTOGP

1 25 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 164.7 41’48.163
2 20 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 164.5 +3.193
3 16 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 164.5 +3.298
4 13 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 163.9 +12.626
5 11 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 163.9 +13.318
6 10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 163.7 +15.578
7 9 6 Stefan BRADL GER Repsol Honda Team Honda 163.7 +15.738
8 8 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 163.7 +16.034
9 7 73 Alex MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 163.5 +18.325
10 6 5 Johann ZARCO FRA Esponsorama Racing Ducati 163.5 +18.596
11 5 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 163.5 +18.685
12 4 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 163.5 +18.946
13 3 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 163.5 +19.159
14 2 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 163.1 +24.376
15 1 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 162.9 +27.776
16 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 162.5 +34.266
17 82 Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Tech 3 KTM 161.6 +48.410
18 53 Tito RABAT SPA Esponsorama Racing Ducati 161.6 +48.411
Non classificato
32 Lorenzo SAVADORI ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 162.6 3 Giri
36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 161.3 10 Giri
33 Brad BINDER RSA Red Bull KTM Factory Racing KTM 157.4 23 Giri
Primo giro non terminato
63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 0 Giro

erik.nicolaysen@oasport.it

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Moto2, Enea Bastianini: “Il titolo è un sogno che si avvera”

DIRETTA MotoGP, GP Portogallo LIVE: Miguel Oliveira vince in casa su Miller e Morbidelli, Dovizioso 6°, Valentino Rossi 12°