Moto2, GP Valencia 2020: Jorge Martin vince beffando gli italiani. Enea Bastianini si avvicina al titolo mondiale

Quest’oggi l’autodromo Ricardo Tormo è stato teatro del Gran Premio della Comunità Valenciana, penultimo atto del Mondiale 2020 di Moto2. La gara è stata vinta da Jorge Martin, il quale ha preceduto Hector Garzò e Marco Bezzecchi. Il leader della classifica iridata Enea Bastianini ha concluso sesto, avvicinandosi ulteriormente al titolo mondiale.

Alla partenza il più lesto è Jorge Martin (Red Bull KTM Ajo), il quale prende subito la testa davanti a Stefano Manzi (MV Agusta), Fabio Di Giannantonio (Speed Up) e Marco Bezzecchi (SKY Racing Team VR46). Luca Marini (SKY Racing Team VR 46) è settimo ed Enea Bastianini (Italtrans Racing) decimo, mentre l’acciaccato Sam Lowes (EG 0,0 Marc VDS) finisce subito nelle retrovie. Ben presto Bezzecchi si dimostra il più rapido tra i battistrada, prendendo il comando delle operazioni nel corso del sesto giro. In questa fase il più pimpante è Hector Garzò (Flexbox HP40), che si riporta sul gruppo di testa. Manzi, invece, inizia a scivolare indietro e finisce per terra durante l’undicesimo passaggio.

Con il passare dei chilometri, Bezzecchi e Di Giannantonio iniziano a guadagnare terreno, staccando i due spagnoli. Marini e Bastianini, invece, restano nel “gruppetto inseguitore”, occupando rispettivamente la sesta e la settima piazza alle spalle di Marcel Schrötter (Liqui Moly Intact).

Nel finale si scatena la bagarre tra i due italiani al comando, che favorisce il rientro del redivivo Martin. Al penultimo giro Di Giannantonio lancia la stoccata che gli vale il comando, ma incredibilmente il romano cade poche curve dopo, dovendo rinunciare al primo successo della carriera. Bezzecchi è in grossa difficoltà e in extremis viene sorpassato sia da Jorge Martin, che conquista il secondo successo stagionale, e Garzò, al primo podio del 2020. Il romagnolo conclude terzo, perdendo tanti punti nella corsa al titolo iridato. Marini chiude quinto, mentre Bastianini non si prende rischi e arriva sesto. Lowes, invece, non va oltre la quattordicesima piazza. Per quanto riguarda gli altri italiani, Nicolò Bulega si piazza nono e Lorenzo Baldassarri decimo. Fuori dalla zona punti Simone Corsi (17°). Caduti Manzi e Lorenzo Dalla Porta.

Dunque Enea Bastianini rafforza la sua leadership iridata, portando il suo vantaggio a +14 su Lowes, +18 su Marini e +23 su Bezzecchi. Tutti e quattro sono teoricamente ancora in corsa per il titolo, ma “La Bestia” resta chiaramente il grande favorito.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE

paone_francesco[at]yahoo.it

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Shutterstock

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket femminile, Qualificazioni Europei 2021: le 12 dell’Italia per la Repubblica Ceca. Spreafico-De Pretto unico cambio rispetto alla Romania

F1, Sergio Perez: “La squadra ha fatto un lavoro fantastico”