Moto2, Enea Bastianini CAMPIONE DEL MONDO! Basta un 5° posto a Portimao. Gara a Gardner, 2° Marini

Lacrime di gioia. L’ottovolante di Portimao (Portogallo) riserva ad Enea Bastianini (Italtrans Racing) la gioia più grande: campione del mondo della classe Moto2 2020. Un quinto posto al termine di questo GP del Portogallo, lottando col coltello tra i denti e vincendo con merito un titolo che è il terzo consecutivo per l’Italia in questa categoria. La stagione si è chiusa, quindi, con il primo successo in carriera dell’australiano Remy Gardner (Onexox TKKR Sag Team) a precedere di 1″609 Luca Marini (Sky Racing Team VR46) ed uno stoico Sam Lowes (EG 0,0 Marc VDS), che nonostante il grande dolore alla mano per la caduta di Valencia (Spagna), ha lottato come un leone, a 3″813. Hanno completato la top 5 Marco Bezzecchi (Sky Racing Team VR46), a 8″646, e, appunto, Bastianini a 8″646. Nei migliori dieci troviamo lo spagnolo Jorge Martin (Red Bull Ktm Ajo) a 8″899, l’americano Joe Roberts (Tennor American Racing) a 8″956, l’iberico Augusto Fernandez (EG 0,0 Marc VDS) a 9″568, Lorenzo Baldassarri (Flexbox HP 40) a 10″367 e l’altro spagnolo Xavi Vierge (Petronas Sprinta Racing) a 11″199. Con questi riscontri Bastianini conclude con 205 punti in classifica generale a precedere Marini e Lowes di nove lunghezze e Bezzecchi di 21.

 

Pronti, via e Gardner si conferma davanti a precedere Bastianini, Marini, Martin e Lowes. Purtroppo crash in curva-1 innescato da Di Giannantonio, partito male, a coinvolgere l’incolpevole Bulega. Il pilota della Speed Up viene investito dalla moto dell’alfiere del Team Gresini e portato al centro medico per accertamenti. Bezzecchi in tutto questo, inizia la risalita in settima posizione. Canet deve scontare un long lap penalty per partenza anticipata, mentre Gardner va in fuga, con Bastianini a guidare il gruppo degli inseguitori davanti a Marini, Martin, Lowes, Fernandez e a Bezzecchi.

Marini e Lowes forzano i tempi e riprendono il fuggitivo australiano, Bastianini in difficoltà e decade in quinta posizione superato anche da Fernandez, compagno di squadra del britannico dell’EG 0,0 Marc VDS. Ai -16 staccata a vita persa sia di Marini che di Lowes, e Gardner (terzo) ripreso da Fernandez, Bastianini, Bezzecchi e Martin. Il romagnolo dell’Italtrans Racing perde progressivamente il passo dei migliori, subendo le frenate al limite dei citati Bezzecchi e Martin. Impressionante Lowes, che nonostante i noti problemi alla mano per la caduta di Valencia (Spagna), è velocissimo e marca stretto Marini (leader). Ai -11 però il britannico comincia a risentire del calo fisico e subisce l’attacco di Gardner (2°). Bastianini, nello stesso tempo, è ai ferri corti con Martin, riprendendosi la sesta piazza.

A 10 giri dal termine Gardner, indiavolato, cerca la rimonta su Marini sul passo dell’1’47″8, mentre Bezzecchi, Fernandez e Bastianini lottano per il quarto posto. Lowes, davvero incredibile, si dimentica del dolore e punta ai primi due (record della pista in 1’42″5), mentre il centauro italiano dell’Italtrans annusando il pericolo infila Fernandez e sale in quinta posizione preceduto da Bezzecchi. Sbandata pazzesca di Sam in curva-13 rischiando di stendersi pur di essere parte dei giochi per il successo e impazza il confronto tra Enea, il menzionato Fernandez, Martin e Bezzecchi per la quarta piazza. Ai -2 Gardner forza la staccata prendendosi la vetta della gara, mentre Lowes è a un secondo dai contendenti. Quindi l’australiano vince la sua prima gara in carriera davanti a Marini, Lowes, Bezzecchi e Bastianini, campione del mondo Moto2. 

ORDINE D’ARRIVO

1 25 87 Remy GARDNER AUS Onexox TKKR SAG Team Kalex 160.0 39’35.476
2 20 10 Luca MARINI ITA SKY Racing Team VR46 Kalex 159.9 +1.609
3 16 22 Sam LOWES GBR EG 0,0 Marc VDS Kalex 159.8 +3.813
4 13 72 Marco BEZZECCHI ITA SKY Racing Team VR46 Kalex 159.4 +8.437
5 11 33 Enea BASTIANINI ITA Italtrans Racing Team Kalex 159.4 +8.646
6 10 88 Jorge MARTIN SPA Red Bull KTM Ajo Kalex 159.4 +8.899
7 9 16 Joe ROBERTS USA Tennor American Racing Kalex 159.4 +8.956
8 8 37 Augusto FERNANDEZ SPA EG 0,0 Marc VDS Kalex 159.4 +9.568
9 7 7 Lorenzo BALDASSARRI ITA Flexbox HP 40 Kalex 159.3 +10.367
10 6 97 Xavi VIERGE SPA Petronas Sprinta Racing Kalex 159.3 +11.084
11 5 42 Marcos RAMIREZ SPA Tennor American Racing Kalex 159.3 +11.199
12 4 23 Marcel SCHROTTER GER Liqui Moly Intact GP Kalex 158.9 +16.864
13 3 64 Bo BENDSNEYDER NED NTS RW Racing GP NTS 158.9 +16.998
14 2 45 Tetsuta NAGASHIMA JPN Red Bull KTM Ajo Kalex 158.8 +18.550
15 1 44 Aron CANET SPA Pull&Bear Aspar Team Moto2 Speed Up 158.7 +20.169
16 12 Thomas LUTHI SWI Liqui Moly Intact GP Kalex 158.5 +22.918
17 19 Lorenzo DALLA PORTA ITA Italtrans Racing Team Kalex 158.2 +27.141
18 35 Somkiat CHANTRA THA IDEMITSU Honda Team Asia Kalex 158.2 +27.303
19 62 Stefano MANZI ITA MV Agusta Forward Racing MV Agusta 158.2 +27.340
20 77 Dominique AEGERTER SWI NTS RW Racing GP NTS 157.0 +44.924
21 55 Hafizh SYAHRIN MAL Pull&Bear Aspar Team Moto2 Speed Up 156.6 +51.163
NON CLASSIFICATI
24 Simone CORSI ITA MV Agusta Forward Racing MV Agusta 156.6 3 giri
27 Andi Farid IZDIHAR INA IDEMITSU Honda Team Asia Kalex 156.5 6 giri
57 Edgar PONS SPA Federal Oil Gresini Moto2 Kalex 154.8 11 giri
99 Kasma DANIEL MAL Onexox TKKR SAG Team Kalex 156.1 13 giri
9 Jorge NAVARRO SPA BETA Tools Speed Up Speed Up 157.7 18 giri
40 Hector GARZO SPA Flexbox HP 40 Kalex 157.7 18 giri
NON HANNO COMPLETATO IL PRIMO GIRO
21 Fabio DI GIANNANTONIO ITA BETA Tools Speed Up Speed Up 0 giri
11 Nicolò BULEGA ITA Federal Oil Gresini Moto2 Kalex 0 giri

giandomenico.tiseo@oasport.it

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calendario Mondiale MotoGP 2021: tutte le date e il programma della prossima stagione

Basket femminile, Serie A1 2020-2021: anche Schio-Lucca rinviata, diverse positive al Covid-19 nel club toscano