Ciclismo, Fabio Aru nel mirino della NTT? Squadra verso la salvezza economica, nuova pista per il Cavaliere

Fabio Aru dovrebbe sciogliere tutti i dubbi nei prossimi giorni ed entro la fine del mese di novembre dovrebbe comunicare ufficialmente quale sarà la squadra per cui correrà nel 2021. Il Cavaliere dei Quattro Mori lascerà la UAE Emirates dopo tre anni particolarmente complicati a causa di alcuni infortuni e problemi fisici, ora sta cercando un nuovo lido dove approdare, con l’obiettivo di rilanciarsi per una seconda parte di carriera molto importante. Il 30enne ha dichiarato di avere ricevuto diverse offerte e che non rimarrà senza contratto, tutti gli appassionati di ciclismo si stanno interrogando su quale sarà la casacca che il sardo indosserà nella prossima stagione e se davvero riuscirà a tornare quel ciclista capace di salire per due volte sul podio al Giro d’Italia e di vestire la maglia gialla al Tour de France.

Sono tante le voci che sono circolate nelle ultime settimane, le più insistenti riguardano l’interessamento di due formazioni Professional, ovvero la russa Gazprom e l’italiana Vini Zabù-Brado-KTM di Luca Scinto. Fabio Aru sarebbe però anche nel mirino di alcune compagini World Tour e nelle ultime sarebbe emersa una nuova pista importante, ovvero quella che potrebbe portare il nostro portacolori alla NTT. A riportarlo è Cyclingnews, che parla anche di interessanti sviluppi per la realtà sudafricana: è vero che versa in evidenti difficoltà economiche, ma il rischio chiusura sembra scongiurato. 

Ciclismo, Filippo Ganna ancora positivo al Covid: “Avevo la febbre a 39° e le ossa rotte. Ancora non ho ritrovato il gusto”

Assos, azienda svizzera leader nel settore dell’abbigliamento, è già sponsor della squadra e potrebbe compiere uno sforzo ulteriore, investendo più soldi (potrebbe diventare il secondo title sponsor) e a quel punto la squadra sarebbe salva. Il patron Douglas Ryder sta lavorando per raccogliere un budget di almeno 8 milioni di euro, in modo di garantire non soltanto la sopravvivenza della NTT, ma anche di conservare la licenza World Tour. Fabio Aru sembra essere concretamente nel mirino e il sardo potrebbe accogliere favorevolmente questo interessamento, potrebbe avere spazio in una formazione di secondo piano, senza particolari pressioni e con la possibilità di partecipare alle corse più importanti del panorama internazionale.

La situazione dovrebbe definirsi a breve e sono interessati anche Domenico Pozzovivo e Giacomo Nizzolo, attualmente in forza alla compagine sudafricana e che potrebbero rinnovare insieme ai vari Jay Thomson, Nic Dlamini, Victor Campenaerts, Max Walscheid, Michael Gogl, Andreas Stokbro, Danilo Wyss, Gino Mäder e Dylan Sunderland.

LA NOSTRA STORIA 

OA Sport nacque l’11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L’attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell’arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all’Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Domenico Pozzovivo Fabio Aru Giacomo Nizzolo NTT Cycling

ultimo aggiornamento: 19-11-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

ATP Finals 2020, Andrey Rublev lascia Londra con un successo. Ko indolore per Dominic Thiem

Sci alpino, i precedenti dell’Italia a Levi. Azzurre a caccia del primo podio