ATP Parigi-Bercy 2020, i match della giornata: Cecchinato con Gombos, Caruso con Moutet. Travaglia pesca De Minaur, bel programma sul Centrale

Comincia in Francia il terzultimo appuntamento dell’annata tennistica. Prende il via oggi l’ATP Parigi-Bercy 2020, che nonostante l’anno particolare si conferma come ultimo Masters 1000 in programma prima delle Nitto ATP Finals. Quella di oggi 2 novembre sarà una giornata zeppa di tennis, con 14 partite in programma nell’AccorHotels Arena.

I tre azzurri provenienti dalle qualificazioni saranno tutti all’opera in questa giornata sul cemento parigino. Il primo a scendere in campo sarà il lucky loser Salvatore Caruso, che incrocerà la racchetta con la wild card Corentin Moutet nella seconda partita del Centrale. I due sembrano viaggiare su linee parallele: risultati non esaltanti dopo aver raggiunto il terzo turno all’ultimo US Open, con una sola vittoria all’attivo per entrambi. Il francese però non sarà contento di rivedersi di fronte un altro italiano, con la sconfitta nella maratona al Roland Garros contro Lorenzo Giustino ancora vivida nella mente. Due partite nella storia fra loro, con una vittoria per parte: l’ultimo match è appannaggio di Caruso, che vinse 7-5 6-0 al primo turno di Umago 2019.

Sul campo 1 il terzo match vedrà una sfida tra qualificati, con Marco Cecchinato contro Norbert Gombos. Il tennista siciliano sta pian piano ritrovando il suo tennis, ottenendo buoni risultati come la finale in Sardegna poi persa da Djere, segno che il lavoro del nuovo coach Massimo Sartori sta funzionando. La partita contro lo slovacco è sicuramente fattibile per il nuovo Cecchinato, ma da non sottovalutare. Sorteggio più complicato per Stefano Travaglia, impegnato nella partita successiva con la testa di serie numero 16 Alex De Minaur.

Accoppiamenti davvero interessanti, soprattutto sul campo centrale: nel quarto di Rafa Nadal, infatti, Borna Coric sarà impegnato con l’ungherese Marton Fucsovics, con il croato favorito, mentre dopo Caruso-Moutet sarà la volta di Hugo Humbert, vincitore al 250 di Anversa, e Casper Ruud, che non vince una partita dal secondo turno del Roland Garros. L’ultima volta, sul rosso di Amburgo, fu il norvegese ad uscire a braccia alzate. Molto interessanti anche le sfide successive, Marin Cilic e Felix Auger-Aliassime promettono scintille mentre c’è molta curiosità per Hugo Gaston, detentore di una wild card che torna nel circuito maggiore dopo il quarto turno conseguito al Roland Garros. Per lui un osso duro come Pablo Carreno Busta.

Programma ATP Parigi-Bercy 2020

Campo Centrale (Dalle ore 11)

(Q) Marton Fucsovics-Borna Coric (15)

(LL) Salvatore Caruso-Corentin Moutet (WC)

Hugo Humbert-Casper Ruud

(14) Felix Auger-Aliassime-Marin Cilic

(9) Pablo Carreno Busta-Hugo Gaston (WC)

Campo 1 (Dalle ore 11)

Filip Krajinovic-Feliciano Lopez

Albert Ramos-Vinolas-Marcos Giron (Q)

(Q) Marco Cecchinato-Norbert Gombos (Q)

(16) Alex De Minaur-Stefano Travaglia (Q)

(LL) Federico Coria-Benjamin Bonzi (WC)

Campo 2 (Dalle ore 11)

Hubert Hurkacz-Radu Albot (LL)

Jordan Thompson-Federico Delbonis (Q)

Nikoloz Basilashvili-Jan-Lennard Struff

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, Mikaela Shiffrin torna ad allenarsi tra i pali stretti e punta il mirino verso Levi

Tennis, Ranking ATP (2 novembre): Novak Djokovic in vetta, Matteo Berrettini n.10 e grande balzo di Lorenzo Sonego (n.32)