Vuelta a España 2020, Sam Bennett declassato! Vittoria a Pascal Ackermann, quinto Mareczko

Declassato Sam Bennett alla Vuelta a España 2020! La seconda volata trionfale per l’irlandese della Deceuninck-Quick Step sul traguardo di Aguilar de Campoo viene cancellata dalla giuria, vittoria dunque per il tedesco Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe), che in volata era partito troppo presto. Secondo il giovane belga Gerben Thijssen (Lotto Soudal). Quinto posto in rimonta per l’azzurro Jakub Mareczko (CCC). Tutto invariato in classifica generale con la leadership di Richard Carapaz (Ineos Grenadiers).

Pronti via, ed ecco che arriva subito la fuga del giorno composta da soli due corridori: lo spagnolo Aritz Bagües (Caja Rural-Seguros RGA) e il colombiano Juan Felipe Osorio (Burgos-Bh). Il gruppo lascia fare, e la coppia guadagna un discreto vantaggio ma senza mai esagerare. Il tutto grazie al grandissimo forcing della Deceuninck-Quick Step di Sam Bennett. Purtroppo, ad animare la giornata, ci ha pensato anche la caduta di Hector Saez (Caja Rural), che ha necessitato dell’assistenza medica, e del velocista tedesco Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe).

Grande amministrazione da parte del gruppo che ha sempre mantenuto il distacco con i fuggitivi intorno ai tre minuti. Bagües passa per primo al traguardo volante, e a 50 chilometri al traguardo inizia la rincorsa del plotone verso il traguardo di Aguilar de Campoo. Arrivati nel circuito finale, il vantaggio della coppia al comando è sceso a 1’15”, complice il vento a favore per il gruppo della maglia rossa. Addirittura, al passaggio sotto la linea del traguardo, il gap è calato fino a 47″. A 30 chilometri dalla conclusione, Bagües e Osorio cercano di rilanciare, per poi essere ripresi a 20 chilometri alla conclusione. 

Gruppo compatto ma allungato verso il traguardo con grande amministrazione da parte delle formazioni dei velocisti. A 5000 metri dal traguardo arriva la Lotto Soudal in testa al gruppo. I belgi forzano l’andatura allungando il plotone anche per ‘colpa’ del vento costantemente presente e rischioso. Arriva anche la Bora-hansgrohe di Ackermann, la Deceuninck di Bennett e la UAE di Philipsen. Parte la volata, l’azzurro Mareczko rimane intruppato, rilancia subito Ackermann, ma rinviene a tutta velocità l’irlandese Bennett che concede il bis ad Aguilar de Campoo su Ackermann e Thijssen. La giuria però poi cancella il verdetto della strada e regala la vittoria ad Ackermann.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

lisa.guadagnini@oasport.it

Twitter: @lisa_guadagnini

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram

Clicca qui per mettere Mi piace alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pallamano, Serie A femminile 2020: Mestrino vince il recupero contro Leno, completata la quinta giornata

Jannik Sinner infortunato, perché si è ritirato a Vienna? Le condizioni dell’azzurro