Vuelta a España 2020: colpaccio in discesa per Marc Soler, Primoz Roglic guadagna con gli abbuoni

Altra frazione interessante in una Vuelta a España 2020 che giorno dopo giorno si conferma sempre più spettacolare. 151,6 i chilometri della seconda tappa, da Pamplona a Lekunberri, con un’altra ascesa importante nel finale: ad imporsi è l’iberico Marc Soler che nella corsa di casa coglie il successo più importante della carriera con un eccellente attacco in discesa. Controlla al meglio la situazione Primoz Roglic che resta in Maglia Rossa senza problemi.

LIVE Vuelta a Espana 2020, Lodosa-La Laguna Negra in DIRETTA: Daniel Martin beffa Roglic e Carapaz in volata

Battaglia per trovare la fuga giusta che è andata via sul primo GPM di giornata, quello di Puerto de Guirguillano. Cinque uomini all’attacco: Tim Wellens (Lotto Soudal), Alex Aranburu (Astana), Jonathan Hivert (Total Direct Energie), Bruno Armirail (Groupama-FDJ) e Gonzalo Serrano (Caja Rural-Seguros RGA). Vantaggio massimo che non ha mai superato i 4′, con la Jumbo-Visma della maglia rossa Roglic a gestire la situazione.

L’andatura è aumentata tantissimo sul finale, anche a causa del vento, con la tensione che si è alzata in gruppo e le squadre dei migliori che sono andate a portare i propri capitani davanti. Fuga raggiunta in vista del GPM conclusivo di Alto de San Miguel de Aralar: proprio in quel momento ci ha provato a sorpresa il Team INEOS Grenadiers ad animare la corsa, con Andrey Amador che ha lanciato all’attacco Richard Carapaz, secondo della classifica generale. L’ecuadoriano si è rialzato successivamente, evitando di sprecare troppe energie, visto l’inseguimento forsennato della Movistar. 

Ad andare all’attacco è stato il campione spagnolo Luis Leon Sanchez (Astana) a 5 chilometri dallo scollinamento. Nulla da fare per l’iberico, raggiunto successivamente da una Movistar scatenata. Poco prima della vetta attacchi a ripetizione di Sep Kuss (Jumbo-Visma) e ancora una volta Richard Carapaz, ma il gruppo dei migliori è rimasto piuttosto compatto. Nella discesa successiva ad andar via è stato Marc Soler (Movistar) che ha disegnato al meglio le curve, avvantaggiandosi nettamente su tutti i rivali.

Tutto facile per Soler che è giunto a braccia alzate, superando di una ventina di secondi il gruppo Maglia Rossa regolato proprio dal leader della classifica Primoz Roglic, ancora performante in volata. Terzo Daniel Martin.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020, Mauro Vegni: “Andiamo sullo Stelvio! Niente Izoard e Colle dell’Agnello, faremo il Sestriere tre volte”

Classifica Vuelta a España 2020, seconda tappa: Roglic rafforza la maglia rossa. Martin a 9”, Carapaz a 11”