Sci alpino, i favoriti per la Coppa del Mondo di gigante. Sarà ancora Kristoffersen contro Pinturault?

Metà ottobre, cadono le foglie dagli alberi, il meteo inizia a portare verso il pieno autunno e, come tradizione, prende il via la Coppa del Mondo di sci alpino. L’edizione 2020-2021 non va ad invertire questa tradizione, anche se il consueto via ufficiale di Soelden, anticipa di una settimana rispetto al programma consueto. Gli atleti, infatti, saranno impegnati sul ghiacciaio del Rettenbach con il tradizionale antipasto della stagione: il gigante. Dalla gara austriaca cercheremo di farci una prima, parzialissima, idea sui valori in pista di questa annata. Quali saranno, quindi, gli sciatori che si contenderanno la Coppa di specialità? Partiamo dal presupposto che, almeno all’orizzonte, non ci dovrebbero essere particolari rivoluzioni o rimescolamenti tra le porte larghe. Quello che abbiamo visto fino alla chiusura anticipata per colpa della pandemia, è ciò che troveremo nuovamente al cancelletto di partenza di Soelden.

Un anno fa la Coppa di gigante è finita nelle mani di Henrik Kristoffersen. Il norvegese ha vinto solamente sulla Gran Risa, ma ha saputo gestire la sua annata con grande continuità, conquistando sempre punti pesanti. Anche in questa occasione il nativo di Lørenskog cercherà di iniziare con il piede giusto, per provare a iniziare a gettare le basi per sfilare dalla tasca del suo connazionale Aleksander Aamodt Kilde la Sfera di Cristallo generale.

Il suo rivale principe, come sempre, sarà Alexis Pinturault, un altro che un anno fa è stato beffato, soprattutto per demeriti propri, da Aamodt Kilde. Il francese si è visto anche sfuggire la Coppa di gigante per appena 6 punti, ma sin da domenica sarà pronto a vendere di nuovo cara la pelle, con una qualità che, non sempre, ha saputo far rima con continuità dopo le vittorie in quel di Hinterstoder, Garmisch e proprio Soelden.

Un altro sciatore da prendere assolutamente sul serio è il croato Filip Zubcic. Il ventisettenne di Zagabria, infatti, nella scorsa annata ha compiuto passi in avanti notevoli. Non solo ha vinto a Naeba, ma ha anche centrato la piazza d’onore ad Adelboden, una pista nella quale non si arriva sul podio per caso. Nel mese di gennaio sulla celeberrima Chuenisbärgli è stato Zan Kranjec a trionfare e, di conseguenza, anche lo sloveno sarà pronto a dare battaglia in gigante in questa stagione.

Leggermente più indietro di questo poker di fuoriclasse non possiamo non mettere proprio il campione in carica, Aleksander Aamodt Kilde, sempre in grado di capitalizzare le sue prove, oppure il suo connazionale Leif Kristian Nestvold-Haugen. Tra gli outsider l’americano Tommy Ford, il francese Mathieu Faivre quindi gli elvetici Loic Meillard e Marco Odermatt, assolutamente pronti a spiccare il volo verso il Gotha della specialità.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS DI SCI ALPINO

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino: Sofia Goggia, nuovo skiman e ambizioni rinnovate. Attenzione alla bergamasca…

Pattinaggio artistico: Daniel Grassl domina lo short al Budapest Trophy 2020, secondo Zandron