Roland Garros 2020, Nadal contro Djokovic: la finale più attesa. Schwartzman piegato, un eroico Tsitsipas deve arrendersi

Tutto secondo copione anche se…Saranno il n.1 del mondo Novak Djokovic e il n.2 del ranking Rafael Nadal i finalisti Roland Garros 2020. Domenica godremo della 56ma sfida tra i due, incrociatisi nell’atto conclusivo parigino del 2012 e del 2014 e in entrambe le circostanze è stato il maiorchino a trionfare. Un modo però diverso per i due grandi rivali di staccare il biglietto.

Nadal si è preso la rivincita nei confronti dell’argentino Diego Schwartzman che lo aveva sconfitto a Roma, superando sul Philippe Chatrier con il punteggio di 6-3 6-3 7-6(0). Vittoria n.99 per l’asso di Manacor a Parigi e tredicesima finale. Giusto aggiungere che per la sesta volta Rafa raggiunge l’atto conclusivo senza aver perso un set. Una situazione da sottolineare, visto e considerato che il torneo si sta disputando in condizioni a lui non così favorevoli. Una prestazione convincente quella contro Schwartzman di oggi, alzando il proprio livello quando è stato necessario e facendo male con le sue traiettorie in top-spin profonde. Un piccolo passaggio a vuoto nel terzo parziale, ma nel tie-break l’iberico ha innescato le marce alte e c’è stato davvero poco da fare per il povero Diego. Una conferma della grande qualità tecnica, abbinata a una mentalità da dominatore, quella fornita da Nadal nel corso di questo match.

Ha risposto presente Djokovic che per la quinta volta sarà nell’ultimo match del torneo francese, battendo sulla distanza un eroico Stefanos Tsitsipas. 6-3 6-2 5-7 4-6 6-1 il punteggio in favore del serbo, che ha dovuto fare i conti con la grande determinazione del suo più giovane avversario, capace di ridare vita a un match che sembrava finito nel terzo parziale. Dieci le palle break consecutive annullate dall’ellenico prima di perdere il turno in battuta nel terzo game del quinto set. Da quel momento, anche per un calo fisico di Tsitsipas, Djokovic è venuto fuori come se la sfida fosse appena iniziata. Palle corte e risposte penetranti come non mai hanno costellato un’ultima frazione nella quale il balcanico ha sciorinato tutto il suo repertorio tennistico.

E dunque su il sipario sull’eterna sfida, con Nole in vantaggio nel computo dei precedenti 29 a 26, ma con Rafa che sulla terra ha spesso fatto la differenza. Si prospetta una sfida interessante, dal momento che Djokovic (al di là della squalifica arcinota a New York) non ha ancora perso un confronto in questo 2020. Si prospetta, quindi, una partita appassionante.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rugby, Pro 14: Non basta Mori alle Zebre, Newport si impone alla distanza

Basket, Eurolega 2020-2021: l’Olympiacos vince il derby con il Panathinaikos, il Barcellona cade a San Pietroburgo