Nuoto, focolaio nel collegiale di Livigno: positivi (asintomatici) anche Detti e Quadarella nel gruppo azzurro

Si comunica che i tamponi di controllo effettuati nel corso del collegiale in svolgimento a Livigno hanno registrato la positività al Covid-19 di Federico Burdisso, Martina Rita Caramignoli, Gabriele Detti, Marco De Tullio, Stefano Di Cola, Sara Gailli, Edoardo Giorgetti, Matteo Lamberti, Alessio Proietti Colonna e Simona Quadarella. Tutti gli atleti sono asintomatici. Gli esami ai membri dello staff tecnico-sanitario hanno dato esito negativo. L’allenamento collegiale è ovviamente stato sospeso e, in accordo con la ASL locale, tutti i convocati resteranno in isolamento e quarantena presso la struttura. Il collegiale è cominciato l’11 ottobre (sarebbe finito il 5 novembre) e gli atleti prima di radunarsi si erano sottoposti ad esami con esiti negativi. I tamponi sono stati eseguiti all’indomani della positività riscontrata dagli atleti Simone Sabbioni e Alice Mizzau, aggregati alla selezione di San Marino, che comunque soggiornavano in albergo diverso ed effettuavano allenamento in altri orari rispetto alla selezione azzurra“.

Con questa nota stampa, la Federazione Italiana Nuoto ha reso nota la forte criticità legata a un vero e proprio focolaio nel collegiale di Livigno, coinvolgente praticamente tutti gli atleti, con l’eccezione di Mattia Zuin. Dopo, infatti, i tre casi che hanno riguardato Simone Sabbioni, Alice Mizzau ed Edoardo Giorgetti, i tamponi effettuati ieri e con esito purtroppo positivo hanno riguardato Gabriele Detti, Marco De Tullio, Stefano Di Cola, Alessio Proietti Colonna, Johannes Calloni, Matteo Lamberti, Federico Burdisso, Edoardo Giorgetti, Simona Quadarella, Martina Caramignoli e Sara Gailli. Nomi, quindi eccellenti, mentre gli allenatori al seguito, ovvero Stefano Morini, Christian Minotti, Germano Proietti e Simone Palombi, il fisioterapista Stefano Amirante ed il preparatore atletico Marco Lancissi sono tutti risultati negativi. Il medico federale Lorenzo Marugo, quindi, si è attivato immediatamente per il rispetto delle procedure e dei protocolli, relative a una quarantena di tutti i nuotatori interessati. Un aspetto gestionale non semplice, visto che si parla per l’appunto di un numero non trascurabile atleti.

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE SUL NUOTO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse 

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vuelta a España 2020, Primoz Roglic: “La squadra ha dimostrato di essere davvero forte. Voglio godermi questa maglia rossa”

Giro d’Italia 2020, Jai Hindley: “Tappa lunga e noiosa. I miei compagni hanno fatto un grande lavoro per scortare me e Kelderman”