Giro d’Italia 2020, pagelle di oggi: Filippo Ganna e Tao Geoghegan Hart perfetti, INEOS Grenadiers in trionfo

PAGELLE VENTUNESIMA TAPPA GIRO D’ITALIA 2020

Filippo Ganna, voto 10: un poker mostruoso per il campione del mondo a cronometro. Nelle prove contro il tempo al momento appare di almeno due categorie più forte rispetto a tutti gli altri. Campenaerts, il primo degli umani chiude addirittura a 32”. Più di due secondi al chilometro dati ai rivali in poco più di 15 km di gara completamente pianeggianti. Straordinario.

Tao Geoghegan Hart, voto 10: è praticamente perfetto. Non sente la pressione, parte fortissimo e chiude alla grande. Probabilmente la migliore cronometro della carriera (tredicesimo al traguardo), nel momento più importante: gran potenza nei rettilinei, attento nelle curve, sfruttando ovviamente i consigli dei compagni andati in scena nei momenti precedenti. Va a prendersi la Maglia Rosa nella maniera più rocambolesca possibile: il suo trionfo è ancor più spettacolare per com’è arrivato.

Victor Campenaerts, voto 8: prima si toglie il cappello, poi inizia con gli applausi. Con un Filippo Ganna di questo calibro c’è davvero poco da fare. Seconda piazza d’onore in questo Giro d’Italia per il belga della NTT che ci prova in tutti i modi a conquistare il successo, ma deve arrendersi al più forte al mondo della disciplina.

Rohan Dennis, voto 7: le fatiche delle montagne si sono fatte sicuramente sentire, probabile che in lui sia in corso un cambio di caratteristiche, con la cronometro (dov’è stato campione del mondo) messa da parte per trasformarsi più in uomo da salita. In ogni caso chiude terzo, ma il compagno di squadra Ganna è imbattibile.

Joao Almeida, voto 7,5: un Giro d’Italia sicuramente da ricordare per il portoghese che si è definitivamente lanciato nel ciclismo che conta. Non è arrivato purtroppo il podio, ma anche l’ultima cronometro ha dimostrato che il lusitano può diventare una stella: quarto di tappa, quarto anche in classifica generale. Può ambire al podio sin dal prossimo anno.

Jai Hindley, voto 6: ci prova, approccia la cronometro fortissimo, sfruttando la sua agilità nel primo tratto più tortuoso. Poi nei lunghi rettilinei crolla e deve arrendersi alla potenza di Geoghegan Hart.

Domenico Pozzovivo, voto 7: disputa una cronometro incredibile, al termine di un Giro d’Italia comunque mostruoso visti i suoi infiniti problemi fisici. Chiude 19mo, a solo 1’10” dalla vetta. In classifica generale è undicesimo. Un plauso gli va fatto in ogni caso.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO Vuelta a España 2020, highlights tappa di oggi: Ion Izagirre vince sui Pirenei, Carapaz nuova maglia rossa

MotoGP, Fabio Quartararo: “Non sono molto contento, ma possiamo ancora vincere il Mondiale”