Giro d’Italia 2020, la nuova altimetria della 20ma tappa: niente Colle dell’Agnello e Izoard, tre salite a Sestriere

La 20ma tappa del Giro d’Italia 2020, in programma sabato 24 ottobre, non si disputerà il percorso originariamente previsto. La Corsa Rosa non ha avuto il permesso di attraversare il confine con la Francia a causa di limitazioni dovute all’emergenza sanitaria e dunque non si potranno affrontare il Colle dell’Agnello e l’Izoard. Il direttore di corsa Mauro Vegni ha previsto un nuovo tracciato caratterizzato dalla triplice salita del Sestriere. Analizziamo nel dettagliato l’altimetria della penultima frazione di questo Giro d’Italia, naturalmente privato di una delle tappe simbolo e decisamente semplificato.

Si partirà da Alba e si resterà in provincia di Cuneo per i primi 60 km, con un traguardo volante fissato a Saluzzo dopo 42,3 km. Si entrerà in provincia di Torino, si transiterà per Pinerolo e ci si dirigerà verso Perosa Argentina dove la strada inizierà a salire per 28 km, senza pendenze particolarmente impegnative. Si arriverà dunque a Pragelato dove incomincerà la prima salita che porterà a Sestriere. Il gruppo passerà per una prima volta sotto lo striscione dell’arrivo a 2.044 metri s.l.m., quando mancheranno 52 km al traguardo

Si scenderà verso Cesana Torinese e si risalirà nuovamente il Sestriere (GPM a 27 km dall’arrivo). Questo percorso verrà poi affrontato per un’ultima volta prima del traguardo. Il Sestriere verrà dunque affrontato tre volte: una dal versante di Pragelato, le altre due da quello di Cesana. Sono circa 4000 metri di dislivello complessivi, tappa sicuramente impegnativa ma non spaccagambe e lontana anni luce da quella che prevedeva Colle dell’Agnello, Izoard, Monginevro prima dell’arrivo a Sestriere (in quel caso erano 5.500 metri di dislivello). Da 198 km si passa a 181 km.

ALTIMETRIA 20MA TAPPA GIRO D’ITALIA 2020, ALBA-SESTRIERE:

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Giro d'Italia 2020

ultimo aggiornamento: 21-10-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Vuelta a España 2020, Marc Soler: “Eravamo molto motivati a conquistare la tappa di casa. Ci meritavamo una ricompensa”

Giro d’Italia 2020, pagelle di oggi: Ben O’Connor show! Gran giornata di Pernsteiner, i big si guardano