Giro d’Italia 2020: i promossi e bocciati della cronometro. Super Almeida, non brilla Nibali



Oggi è andata in scena la Cronometro del Prosecco al Giro d’Italia 2020. La quattordicesima tappa ha rivoluzionato la classifica generale della Corsa Rosa. Analizziamo chi sono i promossi e i bocciati di questa prova contro il tempo.

CHI SALE:

JOAO ALMEIDA. Semplicemente strepitoso. La maglia rosa ha rafforzato ulteriormente la sua leadership, ha il simbolo del primato sulle proprie spalle da una dozzina di giorni ed è sempre più convinto dei suoi mezzi. Il giovane portoghese sembra inscalfibile e, dopo aver già dimostrato le sue eccellenti doti a cronometro in quel di Palermo, si è ripetuto anche nella giornata odierna sciorinando una prestazione di rara bellezza. Il capitano della Deceuninck-Quick Step ha impostato una pedalata forse poco bella e non tanto regolare, ma il risultato è superlativo: rafforza il primo posto in classifica generale, guadagna altri ventidue secondi su Wilco Kelderman e ha due minuti abbondanti su tutti gli altri contendenti! Ora può davvero sognare in grande.

Loading...
Loading...

WILCO KELDERMAN. Joao Almeida è sicuramente il grande vincitore di giornata tra i big, ma l’olandese può ritenersi estremamente soddisfatto perché è andato molto forte e ha limitato i danni nei confronti del suo avversario diretto. Il capitano del Team Sunweb è piaciuto con i suoi bei rapporti, ora è secondo a 56” di ritardo dal leader e in salita dovrebbe essere più convincente di Almeida. Può lottare per qualcosa di importante.

BRANDON MCNULTY. La rivelazione di giornata. Lo statunitense si è letteralmente scatenato nella prova contro il tempo, ha recuperato addirittura sette posizioni in classifica generale e ora si trova in quarta posizione a 2’23” da Almeida. Può davvero sognare in grande?

FILIPPO GANNA. Un dominatore incontrastato, un Frecciarossa straripante, l’Imperatore del Tempo. Il Campione del Mondo a cronometro non delude le aspettative, conferma il pronostico della vigilia e vince la sua terza tappa in questo Giro d’Italia (due cronometro). Incontenibile.

CHI SCENDE:

VINCENZO NIBALI. Prima parte di cronometro molto guardinga, seconda in crescita ma lascia sul piatto 1’23” nei confronti di Almeida e 1’01” da Wilco Kelderman. Lo Squalo resta in quinta posizione ma ora è a 2’30” da Almeida. Il podio è possibile, per la vittoria serve un’impresa. Da un campione del suo calibro ci si può aspettare di tutto, ma ora bisognerà attaccare.

DOMENICO POZZOVIVO. Le cronometro non sono mai state il suo punto di forza, oggi perde tanto da Almeida e Kelderman, ma limita i danni da Vincenzo Nibali (perde appena sette secondi dal siciliano). Il lucano scivola al settimo posto, ma il podio è ancora possibile: bisognerà giganteggiare in montagna.

JAKOB FUGLSANG. Il danese sembra ormai fuori dai giochi per il successo: 4’08” di ritardo da Almeida. Il podio è lontano un paio di minuti. Il capitano dell’Astana è dodicesimo in classifica, la cronometro lo ha respinto ancora una volta e ora si fa durissima…

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top