F1, Max Verstappen: “Meglio del terzo posto non potevo fare, all’inizio ho sofferto a livello di grip”



Max Verstappen chiude al terzo posto il Gran Premio del Portogallo 2020 di Formula Uno con la solita sensazione, ovvero di avere completato la gara da “primo dei terrestri”. Le Mercedes hanno fatto il vuoto, come sempre, per cui al pilota della Red Bull non è rimasto altro che fare il suo e centrare l’ennesimo podio di questa stagione. Un andamento amaro per l’olandese che fa sempre il massimo, ma davanti ha due extra-terrestri.

La gara di Portimao nel suo caso ha vissuto di grandi emozioni nel primo giro. “Sinceramente al via non avevo aderenza – spiega il ventitreenne nativo di Hasselt nel corso delle interviste di rito post-gara – Ho provato a stare lontano dai guai nelle primissime fasi, ma è arrivato comunque il contatto con Sergio Perez che non mi ha dato abbastanza spazio. Mi sono toccato con lui e ho avuto qualche problema, quindi è arrivata anche la pioggia a scombinare i piani, ma fortunatamente dopo qualche istante è stato tutto ok. Ad ogni modo non ho avuto grip per tutta la prima fase, ho cercato di fare la mia gara e sono arrivato terzo senza problemi anche perchè il gap nei confronti delle Mercedes era troppo ampio”.

Loading...
Loading...

Max Verstappen analizza il comportamento delle gomme in questa prova in terra lusitana: “Sono partito con le gomme soft che non erano le ideali per questa gara. Con il senno di poi le medie erano le migliori ma ad ogni modo meglio del terzo posto non potevo fare. Se avessi cambiato strategia forse potevo fare qualcosa di meglio, ma niente di particolare”. 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SULLA FORMULA UNO

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Loading...

Lascia un commento

scroll to top