F1, Lewis Hamilton si nasconde: venerdì interlocutorio per il britannico, pronto a fare la storia domenica

L’esordio della Formula Uno sul tracciato di Portimao ci ha regalato diversi spunti di grande rilevanza. La Ferrari sembra tornata a livelli di tutto rispetto, Valtteri Bottas sembra il pilota più pimpante, mentre il suo vicino di box, Lewis Hamilton, si è preso un turno di riposo. Certo, quando si guida una monoposto di Formula Uno ad oltre 330kmh come succede nel rettilineo della pista lusitana, non si può certo definire “rilassante”, ma oggi l’inglese si è davvero preso una giornata tranquilla, un po’ per conoscere al meglio il tracciato portoghese (nel quale aveva disputato una sessione di test ai tempi della McLaren nel lontano 2009) e per non prendere rischi eccessivi.

La giornata dopotutto lo vede chiudere in ottava posizione. Una vera e propria rarità per un “cannibale” come il portacolori della Mercedes. Il suo tempo finale, 1:19.308, lo vede a ben 1.368 secondi di distacco dal suo compagno di scuderia Valtteri Bottas, che ha terminato il venerdì di Portimao davanti a tutti in 1:17.940. Ecco, quello è il vero limite della Freccia nera. Non certo una prestazione che ha posizionato Lewis Hamilton tra l’Alpha Tauri di Pierre Gasly e la Renault di Esteban Ocon.

Evidentemente nel corso della seconda sessione di prove libere Lewis Hamilton non ha voluto spremere al massimo la sua W11 e non ha ancora trovato un assetto perfetto. Non ci sono altre spiegazioni per un risultato così grigio per il (quasi) sette volte campione del mondo. Sia ben chiaro, domani ci attendiamo il nativo di Stevenage nuovamente lassù in vetta sin dalla terza sessione di prove libere (che scatteranno alle ore 12.00) in vista di una qualifica nuovamente da protagonista (dalle ore 15.00). Se, invece, Lewis Hamilton dovesse marcare visita anche domani, vivremmo una delle maggiori sorprese di questo campionato 2020 di Formula Uno. Portimao potrebbe risultare indigesta per l’inglese? Lo scopriremo solamente domani, ma fossimo in voi non scommetteremmo certo contro “The Hammer”.

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SULLA FORMULA UNO

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL MOTOMONDIALE

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
GP Portogallo 2020 Lewis Hamilton Mercedes F1 Mondiale F1 2020

ultimo aggiornamento: 23-10-2020


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020, Kelderman contro Hindley e Geoghegan Hart: chi è favorito per la vittoria? Prima il Sestriere, poi la cronometro di Milano

MotoGP, Francesco Bagnaia: “Ho sensazioni migliori rispetto alla settimana scorsa qui ad Aragon”