Basket femminile, Serie A1 2020-2021: Sassari, debutto con vittoria. Santucci salva Ragusa, Lucca e Bologna corsare



Al via la Serie A1 femminile, con quattro incontri tutti da vedere per la variabilità delle situazioni in campo. E questo sabato non ha deluso, con tantissime sfaccettature che si sono viste sui campi in cui si è giocato in attesa del completamento del primo turno con i tre match di domani.

FILA SAN MARTINO DI LUPARI-GESAM GAS E LUCE LE MURA LUCCA 51-62 (14-8, 30-27, 40-46)
A San Martino, nell’attesa dell’esordio di Jolene Anderson in maglia giallonera, non c’è la rivincita del quarto di finale di Supercoppa Italiana, perché Lucca ne espugna il parquet. Eppure Fogg fa la voce grossa nel parziale iniziale di 7-0 e più in generale nel primo quarto, in cui si mette in evidenza anche Pasa. Sono le triple di Orsili e Spreafico e le iniziative di Russo a tenere attaccate le ospiti, che nel frattempo si ritrovano a dover tenere a bada anche Sulciute e Filippi. Nel finale di secondo periodo Pastrello pareggia, ma la tripla di Milani manda avanti di tre il Fila all’intervallo. Spreafico, al ritorno sul parquet, propizia il sorpasso lucchese (30-32); dopo un breve momenti di equilibrio, tocca a Tunstull e Pastrello mandare la Gesam Gas e Luce sul +7 (36-43), vantaggio che aumenta ulteriormente con le triple di Orsili e ancora Spreafico (5/11 da tre, grande ritorno da capitana) in grado di spaccare la partita (46-57 a 6’10” dal termine). Il Fila, di fronte all’11/28 da oltre l’arco per le giocatrici di coach Iurlaro e con la sola Pasa un po’ costante, non può far altro che firmare la resa.
TOP SCORER
SAN MARTINO – Pasa 12, Fogg 9, Sulciute 7
LUCCA – Spreafico 15, Jakubcova 10, Orsili 9

Loading...
Loading...

PASSALACQUA RAGUSA-USE SCOTTI ROSA EMPOLI 82-80 (19-20, 45-48, 61-57)
Soffre tantissimo, Ragusa, ma riesce a portare a casa la prima partita al PalaMinardi contro un’Empoli che, allo stato attuale delle cose, conferma quanto di buono fatto vedere in Supercoppa aggiungendo il talento di Smalls. Primo quarto equilibratissimo, tant’è che solo Empoli acquisisce un vantaggio di 4 punti sul 6-10, con Smalls a colpire per le ospiti e a veder arrivare le risposte di Marshall, Tikvic e Tagliamento. Nel secondo periodo arriva anche Chagas a mantenere una leggerissima inerzia a favore dell’USE Scotti Rosa, comunque sufficiente per portarla fino al +7 (27-34, poi 34-41 e 35-42), prima del 40-48 firmato Ravelli e dei tantissimi liberi di cui Ragusa riesce a usufruire per rifarsi sotto all’intervallo. La squadra di Recupido torna dagli spogliatoi andando avanti grazie alla coppia Marshall-Tikvic, ma la partita rimane punto a punto anche se la Passalacqua trova il modo di iniziare, grazie a un gioco da quattro punti di Tagliamento, l’ultimo quarto avanti di quattro. Entra allora in gioco l’esperienza di Consolini, che con Romeo porta sul +5 Ragusa nonostante gli affondi di Baldelli e Smalls. Il finale è da brividi, con le due empolesi che trovano l’aggancio a quota 80 a 1’33” dalla fine, e proprio quando sembra in arrivo l’overtime arriva Santucci a bagnare l’esordio in A1 con i due punti del successo a 3″ dal termine.
TOP SCORER
RAGUSA – Marshall 17, Consolini e Tagliamento 13
EMPOLI – Smalls 26, Ravelli 14, Premasunac e Chagas 12

DINAMO SASSARI-O.ME.P.S. BRICUP BATTIPAGLIA 86-58 (20-15, 42-27, 68-41)
Il debutto in Serie A1 della Dinamo Sassari è bagnato da un successo ampio e facile sia nel risultato che nell’andamento del match. Battipaglia dura solo un quarto, quello in cui Hersler e Melgoza appaiono in grado di dare un leggero vantaggio alla formazione ospite, che rimane confinato entro i tre punti. Quando si accendono le straniere, però, Sassari scappa via anche con la fattiva collaborazione di Cantone e Pertile. Il trio Burke-Fekete-Calhoun si rivela ingestibile per Battipaglia, che già a metà gara si ritrova sotto di 15 punti. Il canovaccio non cambia nella ripresa, con la Dinamo che non si ferma e supera prima i 20 e poi, con Pertile, i 30 punti di vantaggio (73-42). Il finale serve solo a determinare il risultato.
TOP SCORER
SASSARI – Calhoun 24, Burke 23, Fekete 15
BATTIPAGLIA – Melgoza 16, Bocchetti 12, Hersler 11

LIMONTA COSTA MASNAGA-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 84-95 (20-30, 45-55, 54-75)
Partita a punteggio altissimo, quella nella quale la Virtus coglie la prima vittoria di un anno in cui si candida a essere una delle formazioni in grado di dare fastidio un po’ a tutte. Che le difese cedano decisamente il posto agli attacchi si capisce subito, e ne approfittano da una parte Begic, Bishop e Williams, dall’altra Kovatch e Matilde Villa. Nell’allungo di Bologna c’è la firma di Tassinari e Battisodo, solo che dall’altra parte a Del Pero e ancora Matilde Villa non piace rimanere indietro, così Costa Masnaga risale fino al -2 (32-34). Con qualche difficoltà, e l’opposizione di Kovatch, ci pensa il blocco straniero delle V nere a ridare alle ospiti la doppia cifra di vantaggio, concretizzata grazie al gioco da tre punti di Tava alla vigilia dell’intervallo. Al rientro in campo la Virtus allunga per davvero, aggiungendo anche il contributo di Barberis che individua il momento decisivo e lo trasforma anche nel suo. Il +21 è di Begic, e anche se la Limonta non firma mai la resa, grazie in particolare a Nunn, è Bologna a prendersi i primi due punti stagionali.
TOP SCORER
COSTA MASNAGA – Nunn 23, Kovatch 17, M. Villa 15
BOLOGNA – Bishop 22, Begic 21, Williams 13

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL BASKET

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Credit: Ciamillo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top