ATP Sardegna 2020: Marco Cecchinato domina Danilo Petrovic e conquista la finale!

Marco Cecchinato torna a disputare una finale ATP dopo 20 mesi, e sarà la quarta della sua carriera dopo le tre già vinte. Il siciliano sconfigge il serbo Danilo Petrovic con un nettissimo 6-1 6-0 in 59 minuti, e giocherà l’ultimo atto domani con l’altro serbo Laslo Djere, che ha sconfitto Lorenzo Musetti per 2-6 6-2 4-1 e ritiro dell’azzurro per un problema al gomito destro.

Quello che entra in campo è un Cecchinato molto deciso, a differenza di Petrovic che non riesce subito a trovare la giusta misura con le palle corte, arma che non gli torna del tutto buona considerate le doti a rete del siciliano quando le raggiunge. Nel secondo game il serbo riesce ad annullare quattro palle break, di cui due consecutive, con un grande aiuto dal servizio, ma nel quarto non può nulla e deve lasciare via libera all’italiano. Cecchinato, con il servizio, riesce a controllare con agio buona parte del parziale, e il poco che Petrovic riesce a fare lo fa in risposta, specialmente nel settimo game dove ne infila tre vincenti sui punti pari. L’azzurro, però, non ha alcun problema a chiudere per 6-1 il parziale.

Il secondo set si avvicina ai contorni di un dominio completo da parte del siciliano, che domina in lungo e in largo, rendendo ancor più ampia la distanza già evidente che c’è tra i due. Cecchinato è implacabile in risposta, Petrovic un po’ meno in tutti gli aspetti, con il punto di svolta che si situa nello smash sbagliato dal serbo sulla palla break per l’azzurro nel secondo game. Di lì è tutto in discesa: il numero 188 del mondo chiama il fisioterapista per un problema al ginocchio sinistro, ma Cecchinato non cala in alcun modo e porta a casa il 6-1 6-0.

Impietosi i numeri: 58 punti vinti su 89 dall’azzurro, che non ha concesso palle break e nelle 18 occasioni in cui ha ricevuto sulla seconda di Petrovic ne ha ricavato 14 punti.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sci alpino, Marta Bassino: “Nella prima manche avevo trovato buone sensazioni, nella seconda è stata un po’ più tosta”

Sci alpino, Marta Bassino e Federica Brignone sbancano a Soelden! L’Italia apre con una doppietta da sogno!