ATP Colonia II 2020: Jannik Sinner ai quarti di finale, nessun problema con Pierre-Hugues Herbert

Jannik Sinner si qualifica senza particolari problemi ai quarti di finale dell’ATP 250 di Colonia. Il diciannovenne altoatesino sconfigge, nel secondo torneo consecutivo ospitato alla Lanxess Arena e in corso a porte chiuse, il francese Pierre-Hugues Herbert con il punteggio di 6-3 6-1, e aspetta ora uno tra il canadese Denis Shapovalov e il francese Gilles Simon. L’azzurro scala virtualmente due posti nel ranking ATP in questo modo, e con buone probabilità ritoccherà la propria miglior classifica al numero 44 quando sarà resa nota lunedì, almeno per come ora stanno le cose.

Il match di Sinner comincia subito col piede giusto, con il break nel primo game grazie a un dritto che, sul veloce indoor, fa parecchio male. Herbert, però, mette subito in mostra le sue buonissime capacità in risposta e piazza il controbreak, solo per subirlo di nuovo nel terzo gioco. Sul 3-2 il francese recupera di nuovo con un gran game e un lob di grande abilità. Quello che Herbert non sa è che, di lì a poco, qualunque gioco, lottato o meno, va a finire nelle mani di Sinner, che dopo una lotta aperta nel nono chiude per 6-3 al secondo set point.

Il parziale prosegue nei minuti successivi: l’altoatesino tiene due turni di battuta a 30 e negli altri due con lo stesso punteggio mette a segno altrettanti break, per poi salire sul 5-0 dopo che anche l’ultimo segno di resistenza di Herbert, uno 0-40 con le cartucce rimanenti nell’arsenale tecnico, viene rispedito al mittente dalla maggior pesantezza di colpi di Sinner. L’azzurro chiude così con una certa facilità, vincendo l’ultimo gioco a zero e di conseguenza il match.

Pochi dati spiegano tanto: 69% contro 56% sulle prime in campo, 6 palle break convertite da Sinner sulle 8 avute, con l’azzurro in grado di avere un notevole 78% di punti vinti sulla risposta alla seconda di Herbert.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL TENNIS

federico.rossini@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro d’Italia 2020, Rohan Dennis conquista la Cima Coppi. L’australiano primo sullo Stelvio

Tennis, Jannik Sinner e il ranking dopo i quarti all’ATP di Colonia: top-40 a un passo. E se va avanti… Tutte le proiezioni