Volley femminile, Conegliano vince la Supercoppa Italiana. Dominio delle Pantere, Busto Arsizio ko

Conegliano ha vinto la Supercoppa Italiana 2020 di volley femminile, sconfiggendo Busto Arsizio per 3-0 (25-16; 25-15; 25-15) nella Finale andata in scena a Vicenza. Le Pantere hanno vinto il primo trofeo di questa stagione, facendo festa in Piazza dei Signori dopo sei mesi di stop forzato a causa della pandemia. Le ultime Campionesse d’Italia erano le grandi favorite della vigilia e non hanno deluso le aspettative, riuscendo a mettere le mani sul titolo per la terza volta consecutiva (la quarta nella storia, tutte negli ultimi cinque anni, durante i quali hanno perso l’atto conclusivo soltanto nel 2017 contro Novara).

Le ragazze di coach Daniele Santarelli si sono confermate imbattibili dopo che nell’ultima annata, sospesa a causa dell’emergenza sanitaria, avevano messo comunque in bacheca il Mondiale per Club, la Coppa Italia e appunto la Supercoppa. Le venete, ultime Campionesse d’Italia, si sono presentate all’appuntamento dopo aver riposato un giorno intero in seguito al successo su Scandicci in semifinale, mentre le loro avversarie erano dovute scendere in campo questa mattina per battere Novara dopo che l’incontro era stato sospeso ieri sera per troppa umidità.

Conegliano inizia così al meglio una stagione in cui punta senza mezzi termini alla conquista dello scudetto e della Champions League, mentre Busto Arsizio non riesce a replicare il trionfo del 2012 e perde la finale della Supercoppa Italiana per la seconda volta. La partita non ha avuto storia e si è giocata a un solo campo, la superiorità del sestetto giallo è stata disarmante e i parziali sono stati a senso unico. A mettersi maggiormente in luce sono state la solita Paola Egonu (12 punti) e la schiacciatrice Elise Adams (12), doppia cifra anche per la centrale Raphaela Folie (10) affiancata da Robin De Kruijf (9), 9 sigilli per il martello Miriam Sylla, buona regia di Joanna Wolosz. Tra le fila di Busto la migliore è stata Camilla Mingardi (9 punti).

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI VOLLEY

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto LM/LPS/Ettore Griffoni

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, GP Italia 2020: Williams saluta, ultima gara per la storica proprietà che ha scritto pagine indelebili

US Open 2020, perché è stato squalificato Novak Djokovic? Palla contro un giudice di linea: cosa dice il regolamento