Tour de France 2020: la Francia perde pezzi. Pinot e Alaphilippe fuori dai giochi. Ma Martin e Bardet restano in corsa

Tappa dai due volti, quella odierna, per i padroni di casa transalpini quest’oggi al Tour de France. Se infatti è arrivata la prima vittoria di tappa di un corridore del tricolore d’oltralpe (Nans Peters), contemporaneamente, per ciò che riguarda la classifica generale, sono giunte le rese incondizionate dei due uomini da cui il popolo francese si aspettava probabilmente di più: Thibaut Pinot e Julian Alaphilippe.

Il capitano della Groupama-FDJ, mai entrato veramente in condizione in questa Grande Boucle dopo la rovinosa caduta subita nelle primissime tappe, si è staccato infatti ad una quarantina di chilometri dal traguardo in un tratto tutt’altro che impegnativo, lamentando un dolore lombare. Il suo linguaggio del colpo e la fisionomia assunta dal suo volto, hanno immediatamente fatto comprendere a tutti che si trattasse di una seria crisi e che il trentenne francese quest’oggi sarebbe uscito di classifica.

Così infatti è stato, con il trenino della Groupama che è giunto a 25′ dalla testa della corsa e con il francese che ha dovuto abbandonare ogni sogno riguardo la maglia gialla. Sul finire della tappa, dopo che si era già staccato in precedenza, ha poi ceduto di netto anche il suo connazionale Julian Alaphilippe, giunto al traguardo con più di 11′ di ritardo sugli altri uomini di classifica. Per il corridore della Deceuninck inizierà ora una nuova Grande Boucle, improntata ai successi di tappa e, chi lo sa, all’inseguimento di due altre classifiche prestigiose come quelle della maglia verde (decisamente complessa) e della maglia a pois (più alla portata).

Non tutto quest’oggi è stato negativo per la Nazione con capitale Parigi, che si è infatti riemozionata, dopo tantissimo tempo, per l’attacco alla gialla in discesa di un ritrovato Romain Bardet, che oggi ha guadagnato in fiducia ben più di ciò che possano valere gli effettivi 2″ rosicchiati agli altri capitani. Il leader dell’AG2R si trova ora al quarto posto della generale, ad 11 secondi da Adam Yates.

A precederlo, nella classifica per la maglia gialla, c’è l’altra nota positiva di oggi per i transalpini: la rivelazione di questo 2020 Guillaume Martin, terzo al Giro del Delfinato ed autore fino a qui di un Tour de France impeccabile. Il giovane talento francese quest’oggi ha anche provato ad attaccare, dimostrando di possedere, oltre che una grandissima intelligenza tattica, anche una buona gamba in vista dei duri impegni futuri.

michele.giovagnoli@oasport.it

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

 

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

F1, GP Italia 2020: la classifica delle velocità. Chi ha il miglior top-speed in qualifica?

Calcio femminile, Serie A 2020-2021: vittorie per Sassuolo e Milan, Roma ko contro l’Empoli nel 3° turno