Tokyo 2020: venerdì 4 settembre prima riunione del Comitato per le contromisure legate al Coronavirus

Ci siamo. Il comitato istituito per aiutare l’organizzazione dei Giochi Olimpici e Paralimpici a Tokyo 2020 durante la pandemia di coronavirus si riunirà per la prima volta venerdì (4 settembre). Discuterà dei controlli alle frontiere, delle contromisure legate al COVID-19 nei luoghi deputati a ospitare le varie gare e dei piani per trattare le persone infette, come riportato anche dal Japan Times.

Il panel ha all’ordine del giorno anche l’introduzione di un’app mobile per tracciare i movimenti degli atleti e degli altri partecipanti alle varie competizioni. Si parlerà naturalmente della messa in sicurezza dei campi di allenamento pre-gara, delle regole per il trasporto pubblico, della necessità di un periodo di isolamento all’ingresso in Giappone e della capacità delle strutture mediche. Inoltre, tra le misure discusse, ecco le distanze sociali e il numero di spettatori consentiti.

Il panel, che dovrebbe includere funzionari del governo giapponese, del governo metropolitano di Tokyo e del comitato organizzatore di Tokyo 2020, si riunirà regolarmente nei prossimi mesi per determinare “contromisure efficaci“. Il Giappone attualmente nega l’ingresso a persone provenienti da circa 150 paesi come parte della sua lotta contro la crisi sanitaria globale, mentre a coloro che possono entrare viene chiesto di trascorrere due settimane in quarantena. Questo rappresenta un ovvio problema per Tokyo 2020, soprattutto se l’epidemia di COVID-19 non sarà ancora sotto controllo nel prossimo luglio, con circa 11.000 atleti provenienti da oltre 200 nazioni che dovrebbero competere.

Per precauzione si prevede che circa 80.000 volontari, i membri del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e i rappresentanti dei media siano separati in due gruppi, con un solo gruppo autorizzato a entrare in contatto con gli atleti. Le Olimpiadi attualmente sono programmate dal 23 luglio all’8 agosto 2021, seguite dalle Paralimpiadi dal 24 agosto al 5 settembre. Il primo ministro giapponese Shinzō Abe, appena dimessosi per problemi di salute, e il presidente del CIO Thomas Bach, hanno preso la decisione di spostare i Giochi al 2021 nello scorso marzo, a causa della continua minaccia del COVID-19. Gli organizzatori si sono impegnati a organizzare giochi semplificati con una serie di misure di riduzione dei costi da prendere in considerazione. Come in molti paesi, il Giappone è ancora alle prese con il coronavirus e ha segnalato oltre 68.000 casi e 1.200 decessi.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SU TOKYO 2020

gianmario.bonzi@gmail.com

Twitter: @gianmilan76

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: La Presse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Basket, Supercoppa Italiana 2020: al via il girone nella bolla di Olbia con Sassari-Roma e Brindisi-Pesaro

Tour de France 2020, Wout Van Aert: “Ringrazio la squadra. Oggi il finale era complicato, ma la tappa facilissima”