Roland Garros 2020, qualificazioni: avanzano alle semifinali Moroni, Giustino, Giannessi e Marcora. Eliminato Lorenzi

Si è appena conclusa la prima giornata delle qualificazioni al Roland Garros 2020. Buonissimo il risultato per gli italiani con quattro azzurri che hanno superato il turno, eliminato il solo Paolo Lorenzi. Il primo a scendere in campo è stato Gian Marco Moroni, che ha superato con il punteggio di 6-4 7-6(7) lo sloveno Blaz Rola. Una partita abbastanza equilibrata nella quale il numero 219 del mondo è riuscito a gestire bene i momenti chiave. L’azzurro affronterà nel secondo turno delle qualificazioni lo statunitense Ulises Blanch.

Identiche valutazioni anche per Alessandro Giannessi, che ha battuto con lo stesso punteggio, 6-4 7-6(8), il serbo Danilo Petrovic. Per il 30enne ligure il prossimo turno sarà contro l’ostico Marc Polmans, numero 12 del seeding. Vittoria molto convincente quella di Roberto Marcora nella sfida con l’americano Jeffrey John Wolf: l’azzurro si è imposto con un nettissimo 6-4 6-3. Il numero 170 del ranking ATP ora dovrà vedersela contro il transalpino Tristan Lamasine.

Vittoria sofferta per Lorenzo Giustino che ha piegato in tre set (6-3 5-7 7-6(1)) il tedesco Maximilian Marterer. In semifinale il tennista partenopeo affronterà il francese Hugo Grenier. Unica nota dolente di giornata la sconfitta di Paolo Lorenzi contro Botic Van De Zandschulp con il punteggio di 7-6(5) 6-3.

ROLAND GARROS 2020, QUALIFICAZIONI PRIMO TURNO: RISULTATI

Gian Marco Moroni-Blaz Rola 6-4 7-6(7)
Alessandro Giannessi-Danilo Petrovic 6-4 7-6(7)
Roberto Marcora-Jeffrey John Wolf 6-4 6-3
Lorenzo Giustino-Maximilian Marterer 6-3 5-7 7-6(1)
Botic Van De Zandschulp-Paolo Lorenzi 7-6(5) 6-3

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DEL TENNIS

salvatore.serio@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LivePhotoSport

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Volley, Conegliano: stop di un mese per Raphaela Folie

Calcio, pasticcio Diawara: la Roma rischia lo 0-3 a tavolino con l’Hellas Verona