Seguici su

Pattinaggio Artistico

Pattinaggio artistico: Valentina Marchei saluta le competizioni e manda un messaggio ai giovani: “Non lasciatevi frenare dal timore di fallire”

Pubblicato

il

Due Olimpiadi, anni di successi e tante, tantissime emozioni. Dopo 26 anni di attività Valentina Marchei, pilastro della Nazionale italiana di pattinaggio artistico, si è ufficialmente ritirata dalle competizioni. Ad annunciare la notizia è stata la pattinatrice stessa con un lungo messaggio sui suoi canali social.

L’atleta, che ha raggiunto l’apice del successo grazie al sodalizio con l’allenatrice Franca Bianconi, ha partecipato ai Giochi di Sochi 2014 conquistando l’undicesima posizione nella specialità del singolo, rendendosi successivamente protagonista di quella che in queste pagine abbiamo spesso etichettato come “favola sportiva” in coppia con Ondrej Hotarek, con cui è riuscita, in soli tre anni e mezzo di lavoro, a ottenere uno storica sesta posizione a PyeongChang 2018.

La milanese ha confessato ai suoi fan di aver cercato un nuovo partner dopo la Corea Del Sud, idea poi abbandonata definitivamente con l’avvento della pandemia: “Non gareggio da due anni, da quando Ondrej ha deciso di chiudere con l’agonismo – ha scritto Marchei – ma confesso che ho sempre sperato di poter ricominciare a farlo. Ancora poco prima del recente lockdown ho tentato di convincere un partner straniero a iniziare una nuova avventura. Non è andata come speravo, ma sono arrivata davvero vicina a far ripartire il mio sogno olimpico. Il Covid-19 ha poi definitivamente archiviato qualunque speranza residua. Chiudo così ufficialmente la mia carriera di pattinatrice“.

Valentina, con delle parole sincere e commoventi, ha inoltre raccontato gli ultimi suoi due anni, vissuti come un vero e proprio periodo di riflessione: “Gli ultimi due sono stati, in verità, un difficile periodo di transizione, nel quale mi sono messa alla prova su tanti fronti per trovare la strada più adatta a me, guidata dall’idea che non sono solo ciò che ho fatto o le medaglie che ho vinto e convinta una volta di più che un atleta non è solo un’espressione fisica e un’insieme di capacità tecniche affinate negli anni di pratica dello sport, ma molto di più e sicuramente anche altro. Benché non partecipi da tempo a competizioni ufficiali, la mia spinta ideale a non perdere la speranza di tornare a competere mi ha fatto vivere in una specie di limbo nel quale mi sono tenuta in esercizio partecipando ad alcune esibizioni. Fino ad oggi, pertanto, non avevo ancora sentito il bisogno di ufficializzare la mia rinuncia all’agonismo, ma poiché tanti mi scrivono ancora per sapere quando tornerò sul ghiaccio, sento il dovere di chiarirlo ora e di dedicare loro almeno questo post“.

L’atleta tesserata con il Gruppo Sportivo dell’Aeronautica Militare ha infine dedicato molte righe per ringraziare tutte le persone che le sono state vicino nel suo cammino, dedicando anche un pensiero ai pattinatori del futuro: “E a i pattinatori e le pattinatrici più giovani dico di non lasciarsi frenare dal timore di fallire. Non lasciate, soprattutto, che chi vi sta intorno limiti le vostre opportunità o vi convinca che non potete farcela. Siete voi a doverci credere, non gli altri. Non cercate alibi, ma trovate soluzioni. Trovate, soprattutto, la forza dentro di voi, non intorno. La mente e il cuore vi porteranno esattamente dove vorrete arrivare, anche se dovrete lavorare duro perché il vostro sogno si avveri“.

https://www.instagram.com/p/CEmjBHMFFXc/?utm_source=ig_web_copy_link

[sc name=”banner-article”]

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI PATTINAGGIO ARTISTICO

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *