Moto3, risultati FP3 GP San Marino 2020: John McPhee in vetta davanti a Vietti, sesto Migno a soli 90 millesimi!



Dopo un venerdì dominato da Raul Fernandez e Tatsuki Suzuki, è John McPhee a cambiare i piani in tavola ed a piazzare il miglior tempo al termine della terza sessione di prove libere del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini 2020 della Moto3. Sul circuito di Misano, anche oggi dominato da sole e temperature gradevoli (24 gradi per quel che riguarda l’atmosfera e 23 per l’asfalto) i piloti della classe più leggera hanno già iniziato a battagliare tra scie e gruppetti vari per cercare lo spunto giusto sia per entrare nella top14, sia per prepararsi al meglio in vista delle qualifiche di oggi pomeriggio. L’equilibrio è assoluto, dunque, con i primi sei piloti racchiusi in 9 centesimi, mentre sono in 18 in un secondo.

Il tempo di riferimento è stato fissato, quindi, dal britannico del team Honda Petronas in 1:42.415 con appena 2 millesimi di vantaggio su Celestino Vietti (Sky Racing team VR46). Il nostro portacolori ha vissuto una sessione davvero particolare, alternando una bella serie di tornate di livello ad errori pesanti. Il piemontese, infatti, è stato autore di una doppia scivolata, la prima in curva 2, quindi alla Quercia in chiusura di FP3. Al terzo posto il leader della classifica iridata, lo spagnolo Albert Arenas (KTM Aspar) in 1:42.437 a 22 millesimi di distacco, mentre è quarto il suo connazionale Raul Fernandez (Red Bull KTM Ajo) in 1:42.472 a 57 millesimi.

Loading...
Loading...

Come si può notare l’equilibrio regna sovrano a Misano e la conferma arriva anche dalla quinta posizione dell’argentino Gabriel Rodrigo (Honda Kommerling) in 1:42.479 a 64 millesimi da McPhee, e dalla sesta del nostro Andrea Migno (Sky Racing team VR46) in 1:42.505 a 90. Settimo crono per lo spagnolo Sergio Garcia (Honda EG 0,0) in 1:42.538 a 123 millesimi, ottava per il giapponese Ai Ogura (Honda Asia) in 1:42.633 a 218, nona per il suo connazionale Tatsuki Suzuki (Honda SIC58) in 1:42.717 a 3.2, mentre è decimo Dennis Foggia (Honda Leopard) in 1:42.828 a 413 millesimi. Alle sue spalle Stefano Nepa (KTM Aspar) con un distacco di 441 millesimi da McPhee, quindi dodicesimo lo spagnolo Jeremy Alcoba (Honda Kommerling) a 540, tredicesimo il suo connazionale Jaume Masià (Honda Leopard) a 552, con il ceco Filip Salac (Honda Rivacold) che chiude la top14 che eviterà la Q1 con un distacco di 623 millesimi.

Subito fuori da questo gruppo troviamo Niccolò Antonelli (Honda SIC58). Il padrone di casa continua nel suo momento opaco e conclude a 703 millesimi, precedendo Romano Fenati (Husqvarna Max Racing) sedicesimo a 789, quindi diciottesimo Riccardo Rossi (KTM BOE) a 962. Chiude ventunesimo Davide Pizzoli (KTM BOE) a 1.242, mentre è solamente ventiduesimo, ed ultimo degli italiani, Tony Arbolino (Honda Rivacold) davvero lontano dai suoi standard, con un gap di ben 1.364 da McPhee.

A questo punto la classe più leggera si concentra verso le qualifiche del settimo appuntamento stagionale, che scatteranno alle ore 12.35 con la Q1, prima della decisiva Q2 che andrà a comporre la griglia di partenza di domani dalle ore 13.00.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL MOTOMONDIALE

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

Loading...

Lascia un commento

scroll to top