Seguici su

Ciclismo

Giro d’Italia 2020, Mauro Vegni: “Test tutti i giorni, ma non applicheremo la regola dei due casi”

Pubblicato

il

In giornata è arrivato un importante chiarimento da parte di Mauro Vegni riguardo al protocollo Covid-19 che sarà applicato al Giro d’Italia 2020. La Corsa Rosa si discosterà dal Tour de France e sarà meno rigida con le squadre che registreranno casi al loro interno: non verrà infatti messa in pratica la regola della Grande Boucle, che ha fatto molto discutere in queste settimane, per la quale un team che rileva due positivi al coronavirus viene immediatamente estromesso dalla corsa.

Vegni, intervenuto a La Gazzetta dello Sport, ha dichiarato di non concordare con questa norma, che rischia di vanificare il lavoro di un anno intero dei singoli sodalizi: “Non è una cosa che mi trova d’accordo. Siccome il regolamento dice che l’organizzatore ‘può’, ma non ‘deve’ agire in tal senso, io nelle mie possibilità non la applicherò. Se si trova un positivo, lo isolo secondo il protocollo. E testo quel team tutti i giorni, a cominciare da quello in cui è stata riscontrata la prima positività. Tutti i giorni, anche per 3-4 giorni di fila. Li testo, li controllo. Ma non mando a casa la squadra. Chi risultasse positivo non è certo un bandito.

[sc name=”banner-article”]

CLICCA QUI PER TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

antonio.lucia@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *