Ciclismo, Vincenzo Nibali e una forma in crescita ai Mondiali: si può sognare al Giro d’Italia

Vincenzo Nibali ha concluso in 15ma posizione la prova in linea dei Mondiali 2020 di ciclismo. Lo Squalo ha cercato di essere protagonista sull’impegnativo circuito di Imola, un tracciato non così adatto alle sue caratteristiche e dove le due ascese principali erano adatte a corridori decisamente più esplosivi. Il capitano della nostra Nazionale ha tentato un attacco di sostanza all’ultimo giro sulla salita di Mazzolano e ha provato a portare via un gruppetto, alle sue spalle c’era anche il quotato belga Wout Van Aert, il quale non ha collaborato e l’azione non ha sortito gli effetti sperati. Il siciliano si è rivisto là davanti anche sull’esigente salita di Gallisterna, ma nel tratto più impegnativo ha dovuto alzare bandiera bianca sotto il forcing dello scatenato francese Julian Alaphilippe, capace di andarsene via in solitaria e di conquistare la maglia arcobaleno.

Vincenzo Nibali è parso comunque in crescendo di condizione. Si era avvicinato alla rassegna iridata con tanti dubbi sulla sua forma dopo le poco confortanti indicazioni ricevute alla Tirreno-Adriatico, da questi Mondiali esce però con sensazioni decisamente migliori e con una gamba che sembra poter dire la sua all’imminente Giro d’Italia, in programma dal 3 al 25 ottobre. Lo Squalo avrà a disposizione un percorso adatto alle sue caratteristiche, con tante salite lunghe e pochi strappi come quelli di Imola, oltre a tre prove contro il tempo. Il 35enne potrà inseguire il terzo sigillo nella Corsa Rosa e a questo punto sembra avere i mezzi giusti per poter battagliare alla pari con i britannici Simon Yates e Geraint Thomas (ieri assenti), con il danese Jakob Fuglsang e col russo Aleksandr Vlasov. D’altronde da un fuoriclasse del suo calibro c’è da aspettarsi sempre di tutto, non è mai un corridore banale e da un momento all’altro è in grado di tirare fuori l’asso dalla manica.

[sc name=”banner-article”]

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI CICLISMO

stefano.villa@oasport.it

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.

TAG:
Giro d'Italia 2020 Mondiali ciclismo 2020 Vincenzo Nibali

ultimo aggiornamento: 28-09-2020


Lascia un commento

Vela, Europei 2020: si accende il duello nei Nacra 17 tra Tita-Banti e Bissaro-Frascari per andare a Tokyo, podio difficile nei 49er

Basket, i migliori italiani della prima giornata di Serie A. Spissu-Datome-Tonut, trio di big in evidenza ma non solo