Seguici su

Formula 1

VIDEO F1, caso Racing Point, Mercedes copiata: penalità e multa

Pubblicato

il

La Fia ha accolto il reclamo presentato dalla Renault nei confronti della Racing Point che, secondo il team francese, è rea di aver clonato le prese d’aria dei freni dalla Mercedes 2019. La scuderia francese ha protestato contro il team di base a Silverstone dopo i Gran Premi di Stiria, Ungheria e Gran Bretagna ed il collegio dei commissari della Fia ha accolto la protesta. La Racing Point potrà continuare a usare l’attuale vettura. Spieghiamo nel dettaglio l’accaduto. Le autorità sportive hanno ritenuto che le prese d’aria dei freni siano state sì prodotte dai tecnici della Racing Point, ma non concepite dal team in base a Silverstone, bensì dalla Mercedes, che detiene la proprietà intellettuale sulla componente. In altre parole, i “brake ducts” saranno stati anche costruiti dalla factory della Racing Point, ma sono stati progettati lì. Questa è la ragione per cui si è deciso di punire il team di proprietà di Lawrence Stroll. Andiamo quindi ad ascoltare con attenzione l’analisi della situazione da parte di Carlo Vanzini e Roberto Chinchero.

VIDEO: IL CASO RACING POINT E GLI SVILUPPI

[sc name=”video-sky-articolo”]

[sc name=”banner-article”]
alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Lapresse

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *