MotoGP, Francesco Guidotti: “Francesco Bagnaia si è fratturato la tibia e dovrà essere operato”

Sfortunato, anzi sfortunatissimo. Francesco “Pecco” Bagnaia non è stato certo baciato dalla buona sorte in questo Mondiale 2020. Dopo la clamorosa esplosione del motore nel bel mezzo del Gran Premio di Andalucia 2020 di due settimane fa quando era pronto per festeggiare la sua prima piazza d’onore nella classe regina, l’ex campione del mondo della Moto2 oggi ha subito una brutta battuta d’arresto nella sua annata.

Nel corso della FP1 del Gran Premio della Repubblica Ceca di MotoGP, infatti, è caduto finendo rovinosamente nella ghiaia del circuito ceco. Dopo un primo momento nel quale sembrava che tutto fosse sotto controllo, sono arrivate notizie allarmanti per il torinese, confermate dal suo team principal in Ducati Pramac, Francesco Guidotti. “Purtroppo la radiografia che ha effettuato al centro medico ha evidenziato una frattura alla tibia – la doccia fredda ai microfoni di Sky Sport – Una rottura che dovrà assolutamente essere operata purtroppo. Ora stiamo attendendo il risultato della risonanza magnetica per capire se c’è stato anche l’interessamento dei legamenti”.


Parole amare per Francesco Guidotti, che prosegue: “Quando avremo notizie più sicure valuteremo sul da farsi ma, ad ogni modo, “Pecco” tornerà in Italia nel più breve tempo possibile per essere operato in fretta. Non sappiamo ancora dove, ma l’importante sarà la rapidità. Una bruttissima notizia per lui e per tutti noi. Per il Red Bull Ring non potremo fare altro che sostituirlo, con Michele Pirro come prima opzione”.

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SUL MOTOMONDIALE

alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per seguire OA Sport su Instagram
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto:  mfauzisaim / Shutterstock.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

VIDEO F1, caso Racing Point, Mercedes copiata: penalità e multa

Basket: Michael Ojo muore di infarto in allenamento. Il centro della Stella Rossa aveva 27 anni